Banner Top
Banner Top

Squalo pescato al largo di Vasto

Nicola Acquarola
Nicola Acquarola

È ancora emozionato l’equipaggio vastese dell’imbarcazione da diporto composta da Nicola Acquarola (ritratto nella foto con lo squalo al rientro al Porto di Vasto), Natalino Del Casale e Antonio Perrotta, esperti e conosciuti per la pesca-sportiva, usciti domenica mattina per una battuta di pesca a drifting. Raggiunta la zona, a circa 14 miglia al largo di Vasto, erano le 13 quando all’amo ha abboccato uno squalo che, dopo un’estenuante lotta, è stato issato a bordo, fermando la bilancia sul peso di kg 12 e con una lunghezza di circa 1,50 cm. Al rientro al porto le foto di rito, con lo stupore dei presenti per l’inconsueta pescata. Così un appassionato locale di squali: “Si tratta di un giovane esemplare di Prionace Glauca, volgarmente chiamato da noi Verdesca per via della livrea, con un corpo snello e caratterizzato da una lunga pinna caudale. In altre parti è conosciuto come squalo blu, comune in tutti i mari temperati e anche nell’Adriatico. Specie pelagica che vive lontano dalle coste, raggiunge una lunghezza media di circa 2,5 metri e si nutre principalmente di pesci e calamari; pochissimi nel mondo gli attacchi all’uomo da parte di questa specie”. L’ultimo caso si squalo pescato dalle nostre parti, di poco più grande, risale a una quindicina di anni fa, al largo di San Salvo.

Michele Del Piano

  • Squalo a Vasto, domenica 16 giugno 2013
  • Nicola Acquarola mostra lo squalo, 16 giugno 2013
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts