Banner Top
Banner Top

Il Comune di Vasto “bussa” a denari

comune di vastoQuando abbiamo votato contro l’anticipo della Tares, purtroppo deciso e approvato dalla maggioranza dell’Amministrazione Lapenna, sapevamo delle enormi difficoltà dei cittadini vastesi a fare fronte a ulteriori pagamenti in un contesto di desolazione economica. E, puntualmente, in questi giorni, dopo aver ricevuto i bollettini di pagamento della tassa per l’immondizia, tanti cittadini si stanno recando in Comune per chiedere spiegazioni. La risposta è che il Comune di Vasto ha deciso di anticiparla, calibrandolo il pagamento sulla percentuale dell’80% di quanto i contribuenti hanno versato l’anno precedente. E la Tares può essere pagata in un’unica soluzione o in due rate, così come previsto dal regolamento. Dov’è il problema? È che la Tares è una tassa che non sappiamo ancora se entrerà in vigore e in quali termini, ma ciò non toglie che i contribuenti in questi mesi siano alle prese con il pagamento delle scadenze della Tarsu. L’altro problema è che la Tarsu poteva essere pagata anche a luglio, mentre la Tares è stata anticipata a fine maggio. Versare gli importi previsti dai bollettini della Tares, quelli ricevuti, non significa aver pagato tutto, perché l’amministrazione comunale ha previsto che per il calcolo definitivo delle somme dovute (se entrerà in vigore la Tares, gli aumenti sulla vecchia Tarsu saranno notevoli!) bisognerà procedere al conguaglio, considerato che al momento gli uffici hanno applicato la percentuale dell’80%, poco più dei 2/3 delle somme versate dai contribuenti nell’anno 2012.

Di tutto c’era bisogno, in questo momento, tranne che di chiedere anticipi ai cittadini. Continuare, poi, a dire loro che le casse sono vuote e che bisogna garantire i servizi, senza spiegare quali servizi vengono garantiti, aumenta il disagio e la protesta. I vastesi trovano le buche per strada e non capiscono. È ora di fare chiarezza su quanti soldi entrano e su quanto viene speso. La macchina amministrativa, pur con alcuni lodevoli tagli operati da Lapenna, continua a costare troppo all’intera comunità.

Davide D’Alessandro – Nicola Del Prete
Consiglieri comunali indipendenti

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts