Banner Top
Banner Top

Ad Angelina Poli il prestigioso riconoscimento Melvin Jones Fellowship

Per il Club Lions Adriatica Vittoria Colonna la giornata di ieri ha rappresentato il momento topico dell’anno con la celebrazione della Charter Day, ovvero il XXIII compleanno del sodalizio. Alla conclusione della cerimonia di inaugurazione della scalinata ristilizzata sulla Loggia Amblingh, i soci del club e gli ospiti, insieme alle massime autorità lionistiche distrettuali, si sono spostati all’Hotel Rio della Marina per festeggiare a dovere l’importante ricorrenza. Molti gli interventi di spicco succedutesi all’introduzione di Rosa di Martino, cerimoniere Lions Adriatica Vittoria Colonna, e di Patrizia Politi, cerimoniere del Distretto 108A, a cominciare dal saluto di Anna Suriani che ha sottolineato gli impegni per la valorizzazione e il recupero del centro storico messi in piedi con il club guidato da Luigi Marcello. Il lungo excursus del governatore Giuseppe Rossi ha fatto il punto sulla valenza del Distretto da lui governato, che “non va diviso”, che contribuisce per 2/3 alle iniziative messe in piedi dai lions italiani e contribuisce molto anche al centro allestito dai Lions in Etiopia dove vengono assistiti oltre 700 ragazzi. Non è mancata una parola di appoggio al progetto di valorizzazione e ampliamento del Museo del costume interno al Palazzo d’Avalos che, quale candidato a service nazionale, verrà portato in votazione Ravenna a metà mese. Fiero della propria Circoscrizione Michele Spadaccini che ha sostenuto con forza come i 13 clubs abruzzesi e quelli molisani sotto la sua egida sono, forse, i più attivi di Italia. Mentre su uno schermo scorrevano le immagini degli eventi cruciali dell’anno in un montaggio dell’esperto in comunicazione e informazione Luigi Spadaccini, Luigi Marcello, presidente del club, ha ricordato tutto il percorso del suo mandato, con i maggiori eventi portati a compimento a cominciare proprio dall’iniziativa di stamane.

Nel corso del meeting è stato anche consegnato un  assegno ai giovani che curano le attività dei disabili per la Fondazione Padre Alberto Mileno.

Il momento topico del pomeriggio, però, è stata l’assegnazione del più prestigioso riconoscimento internazionale dei Lions, ovvero il Melvin Jones Fellowship, ad Angelina Poli. Fondatrice dell’Adriatica Vittoria Colonna ed oggi Officer distrettuale, la Poli è un po’ sempre stata l’anima del club e del movimento lionistico di tutto il vastese, tant’è che nel suo discorso il presidente Marcello l’ha definita  ”la vera forza giovane del nostro club che con il consueto entusiasmo propone iniziative di grande interesse”. La Melvin Jones Fellowship è un riconoscimento che viene conferito a quei Soci e non che hanno dedicato un particolare impegno al perseguimento delle finalità dell’Associazione, in particolare per mostrato generosità, compassione e interesse per il prossimo.

Questa la presentazione di Gino Marcello, cui non vogliamo aggiungere nulla per lasciare spazio al sentimento e all’enfasi: “È un momento importantissimo per il mio club e sono onorato di aver ottenuto lusinghieri successi in questo anno di mia attività perché ho avuto intorno a me una squadra unita e valida sotto ogni punto di vista. Sono ancora più fortunato perché in questo anno avrò il piacere di dare un premio che è il più alto riconoscimento che possa essere dato a una persona a me molto cara, una persona giovane che è arrivata da poco in questo club, ma che in questo poco tempo ha già dimostrato  grandissima capacità  e una grandissima disponibilità lavorando 24 ore su 24. È una macchina da guerra, non si ferma mai, Questa persona è Angela Poli Molino

Non poteva mancare la commozione intorno a  un momento storico, una commozione che ha pervaso tutti i presenti e tanto più coloro che hanno lavorato alacremente insieme alla amata Angelina.  Parole di ringraziamento e di apprezzamento per la Poli sono venute dalla voce corrotta di Beppe Rossi, di Michele Spadaccini, di Enrico Corsi e dei presidente degli altri clubs e istituzioni presenti, a dimostrazione del valore riconosciuto universalmente alla fondatrice del Lions Adriatica Vittoria Colonna.

Questa è una sorpresa – ha detto Angelina con la voce visibilmente commossa – io spero di essermelo meritato. Questo è un impegno che ho preso tanti anni fa e oggi siamo arrivati a questa conclusione. Ognuno di noi in questo club mette il proprio entusiasmo ed anche quando la vita ti regala momenti brutti giunge sempre quello per risollevarsi. Oh gente io mi so’ commossa!” Una interiezione che non poteva non far scattare un applauso scrosciante.

Sul rapporto instaurato con il presidente Marcello, la Poli ha tirato fuori una sua perla sull’amicizia: “Luigi, si dice che non esiste l’amicizia. Un po’ di tempo fa ho fatto un convegno sull’amicizia come valore. L’amicizia, quella di questa sera è una risposta, è ancora un valore…grazie grazie  grazie. Grazie a tutti voi, grazie al vostro sorriso e fatemi gli auguri di poter restare ancora un po’ con voi”.

Al termine non poteva mancare il reciproco scambio di doni con la consegna di un Leone d’oro alato da parte del governatore Rossi al presidente Marcello, che ha ricambiato con una preziosa mattonella in ceramica dipinta a mano riportante l’immagine di Vittoria Colonna. Quindi la conviviale con il taglio della torta.

Luigi Spadaccini
(spadaccini.luigi@alice.it)

fotoreportage: Massimo Molino

  • 033
  • 034
  • 035
  • 036
  • 037
  • 038
  • 039
  • 040
  • 041
  • 042
  • 043
  • 044
  • 048
  • 050
  • 054
  • 059
  • 060
  • 061
  • 062
  • 063
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts