Banner Top
Banner Top

Mottagrossa naturista: ecco il primo raduno regionale nudista

MottagrossaLo si sapeva da tempo e oggi è davvero una realtà riconosciuta a livello internazionale. Parliamo di Vasto come meta del turismo naturista che già ha festeggiato il suo Capodanno nella nostra città 4 mesi orsono. Non si può, però, dimenticare come la spiaggia di Mottagrossa sia elencata nel web che fa riferimento al mondo del movimento FKK (Freikörperkultur – cultura del corpo libero, ndr) da qualche anno così come non deve stupire la nuova iniziativa messa in cantiere dall’A.N.AB. (Associaizone Naturista Abruzzese, ndr). Si terrà, infatti, a Vasto il primo raduno naturista regionale da domani a domenica prossima, dopo aver contribuito, il 28 aprile scorso, all apulizia di quel tratto del litorale vastese. All’interno dell’evento anche un convegno sul turismo naturista come opportunità al quale parteciperanno Interverranno Mauro Di Dalmazio, assessore regionale al Turismo, Remo Di Martino, il suo omologo a livello provinciale, Luciano Lapenna, sindaco di Vasto, Enzo Giammarino, il presidente di Ecotur, e Stefano Danile, presidente dell’Anab.

Ad ospitare i tesserati INF-FNI (International Naturist Federation, ndr) sarà il camping Oasi che per l’occasione sarà aperto solo ai turisti FKK i quali potranno prenotare fin da subito il loro soggiorno in appartamento, camper o tenda.

Nel corso di questo weekend si svolgeranno tante attività ricreative per adulti e per bambini ma anche iniziative più istituzionali come ad esempio l’Assemblea Annuale dei Soci A.N.AB.

A nostra disposizione ci sarà, infatti, un’ampia sala attrezzata da poter utilizzare nel caso in cui le condizioni meteo non dovessero consentire lo svolgimento di tali iniziative all’aperto.

Secondo quanto pubblicizzato dall’A.N.AB. l’evento assurge ad un passo molto rilevante per il movimento naturista abruzzese: “Il successo di questo evento influirà in modo decisivo sulla scelta da parte dei proprietari del Camping Oasi di realizzare uno spazio FKK al suo interno ed avrà effetto anche sulla decisione delle amministrazioni locali quando saranno chiamate ad esprimersi sull’ufficializzazione alla pratica naturista nella spiaggia di Mottagrossa. Diventa pertanto importantissimo che da tutta Italia e possibilmente anche oltre, arrivino naturisti per testimoniare gli altissimi valori sui quali è basato il nostro stile di vita, oltre che per trascorrere tre giorni immersi nella natura incontaminata“.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts