Banner Top
Banner Top

Anche CNA aderisce alla manifestazione antipetrolizzazione

cnaLa Cna abruzzese aderisce alla manifestazione, indetta a Pescara, per sabato 13 marzo, dal coordinamento delle associazioni che si battono contro lo sviluppo delle ricerche petrolifere nella nostra regione e nel mare Adriatico. L’associazione dell’artigianato e della piccola e media impresa intende sottolineare, con questa scelta, la necessità di qualificare le politiche di sviluppo abruzzesi verso una linea coerente con il modello di Regione verde d’Europa. Un modello vincente scelto in passato, in ragione della presenza in Abruzzo di una dotazione, unica nel Vecchio Continente, di parchi e riserve naturali; ma che tuttavia non ha trovato ancora  una coerente politica di sostegno, da parte degli enti pubblici, di attività di sviluppo sostenibili, soprattutto in quelle aree di pregio (costa, zone interne) che si prestano ad essere valorizzate. Scelta che comporta anche una coerente visione delle politiche energetiche.

La Cna abruzzese, d’altra parte, ritiene la propria adesione coerente ed in linea con le scelte, sempre a proposito della “petrolizzazione” abruzzese, adottate negli anni scorsi: su questa base – rammenta l’associazione presieduta da Italo Lupo – nel 2009 è stata presentata, assieme ai balneatori della Fab-Cna, al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, una specifica osservazione contro la realizzazione della perforazione del pozzo per idrocarburi “ELSA “ presentato dalla società Vega Oil SpA.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts