Banner Top
Banner Top
Banner Top

Anche i Cobas alla manifestazione anti-petrolizzazione

ManifestazioneNoOmbrinaPescaraAnche la Confederazione Cobas  sostiene e partecipa alla manifestazione  indetta a Pescara per il giorno 13 Aprile contro “il devastante progetto  “Ombrina Mare”.

La Confederazione Cobas ritiene ”che la battaglia contro  il Piano di Trivellazioni stabilito dal Governo Monti  nell’ambito della “Strategia Energetica nazionale” (SEN)- in particolare attraverso la petrolizzazione del mare Adriatico- sia idealmente e fattivamente legata a quella del No TAV in Piemonte, del No Ponte e No Muos in Sicilia, dei “rifiuti zero” in tutta Italia, così come quella dei lavoratori ILVA di Taranto , che rifiutano il vecchio modello produttivista , per cui è accettabile ,tutto ciò che crea posti di lavoro, anche se distrugge la vita”.

Secondo quanto dichiarato dalla Confederazione “E’ ora che in Italia  si affermi un percorso e una cultura basati su produzioni e consumi alternativi , con al centro l’armonia tra uomo e natura.

Ciò può essere realizzato solo con la partecipazione di massa, cosciente  e rispettosa delle caratteristiche vocazioni socio-economico-culturali  dei territori”.

Per i Cobas “Nulla di questi aspetti ha a che fare con il progetto “Ombrina Mare”.

Non poteva mancare un affondo contro la politica abruzzese ed il mondo imprenditoriale che ha più volte ribadito con forza il fatto che tutela ambientale e sfruttamento energetico possono coesistere: “Il corruttivo silenzio del ceto politico regionale, ma non solo, gli interessi composti della Confindustria locale , che ha come stella polare l’assoggettamento del territorio e delle risorse naturali alle sue esigenze speculativo-profittuali, sono un prezzo criminale che le popolazioni rifiutano, motivate a contrastarlo”.

 All’insegna dello slogan  “Il mare non è in vendita! Ombrina Mare non s’ha da fare!” il 13 di aprile la Confederazione Cobas scenderà in piazza, “con tutte le realtà che hanno dato vita alla manifestazione, impegnati affinché il movimento di resistenza diventi un progetto di vita alternativo a chi il mare lo vuol vendere!”

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts