Banner Top
Banner Top

Frigoriferi e condizionatori, ecco i primi tecnici con la patente

CORSO FRIGORISTIGrazie  alla collaborazione tra la Cna,  l’Istituto di Istruzione Superiore “Pomilio” di Chieti diretto dalla Prof.ssa Anna Maria Giusti e l’ente di certificazione Rina si è chiuso il primo esame per il conseguimento della certificazione per attività di controllo, di perdita e recupero di gas fluorurati con 14 “patentati” nella foto in ordine alfabetico: Calosci Massimo, Cavallo Corrado, Cetrullo Nevio, Delli Rocili Giacomo, Di Bartolomeo Antonio, Di Giovanni Giancarlo, Di Giuseppe Sergio, Di Tullio Andrea, Perini Felice, Ranieri Antonio, Renzetti Carlo, Silveri Giovanni, Zuccarini Luigi e Zulli Maurizio.

La formazione, gestita da Ecipa Abruzzo, ente di formazione della Cna , è stata svolta in 3 giornate in orari tarati sui bisogni delle imprese artigiane iscritte, mentre gli esami si sono svolti in due giornate.

Sul tema interviene Franco Muffo, presidente regionale di Cna Installazione e Impianti «I cittadini facciano attenzione: d’ora in avanti, per la riparazione, la manutenzione o l’installazione del frigorifero o dell’impianto di aria condizionata di casa, occorrerà rivolgersi a un tecnico munito di una specifica autorizzazione. La novità  interessa quindi, tanto i cittadini quanto le imprese del settore ed è contenuta nel testo del regolamento CE n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra, pubblicato circa un anno fa sulla Gazzetta Ufficiale, ma divenuto operativo nei giorni scorsi, con l’istituzione del Registro provvisorio degli operatori».

Insomma, per poter operare in questo settore, bisogna “certificare” la professione dell’operatore e dell’impresa, e conseguire un vero e proprio “patentino”. «Si tratta – prosegue Muffo – di un’area piuttosto ampia di interventi, che vanno dalla refrigerazione al condizionamento d’aria, dalle pompe di calore ai sistemi di protezione antincendio che contengono gas fluorurati ad effetto serra».

«Comunque -conclude Muffo le imprese possono ancora richiedere una certificazione provvisoria che  ha una durata di 6 mesi, tempo entro il quale le persone dovranno provvedere ad ottenere la certificazione vera e propria, con il superamento dell’esame teorico e pratico previsto dalla legge. La  Cna  prosegue la sua attività in merito infatti si stanno raccogliendo le iscrizioni:  il prossimo corso partirà la settimana successiva a Pasqua ».

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts