Banner Top
Banner Top

Garages scassinati: la legge è inerme

garage scassinatoContinua l’ondata di furti e scassinamenti dei garages condominiali di tutta la città…dopo quelli nella parte nord, arrivano quelli alla Marina. Una serie di reati cui sembra di non poter fare fronte. Gli scassinatori violano gli androni e, quindi, forniti di arnesi da scasso, forzano le basculanti dei boxes per impadronirsi prevalentemente di olio di oliva e salsa di pomodoro, ma anche attrezzistica, che con ogni probabilità finiscono per procurare introiti da destinare all’acquisto di sostanze stupefacenti. Sono anni ormai che gli episodi si ripetono in modo incessante talora con cadenza concentrata e, di fronte ad essi, la giustizia sembra quasi inerme. E sì, perché anche quando qualcuno dovesse essere preso le strade procedurali consentono il rito abbreviato od il patteggiamento, formule che permettono al reo di uscire dalle aule giudiziarie quasi all’istante. Dunque, l’unica arma sembra l’autodifesa, intesa come miglioramento della sicurezza dei boxes, magari con doppie serrature e rinforzi al gancio di fermo superiore; occultamento dei beni custoditi, perché pare ovvio che i malviventi spiino all’interno per vedere se valga la pena o meno; spostamento di olio e salsa magari nell’appartamento. Semplici regole che, però, potrebbero aiutare ad arginare il fenomeno in attesa che la giustizia risponda in un modo certamente più adeguato.

Lu. Spa.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts