Banner Top
Banner Top

Edilizia: persi 10mila posti di lavoro

cantiereSoprattutto in quest’ultimo periodo assistiamo alla presentazioni di analisi numeriche che rendono un’idea oggettiva di quanto la crisi stia pesando sull’economia e la ricchezza del nostro Paese. Gli ultimi dati, tra i più sconfortanti, ma anche tra i più attesi vista anche la stretta che gli istituti bancari e finanziari hanno dato a prestiti, crediti e mutui a privati ed imprese, riguardano il settore dell’edilizia.

Produzione ai livelli del 2000, con la perdita di circa 10mila occupati e la chiusura di moltissime imprese: questa la cruda realtà messa a nudo dagli Stati generali abruzzesi dell’edilizia rappresentati da Ance, Cna costruzioni, Apiedil, Confartigianato, Acai, Casartigiani, Upaclaai, Lega coop, Confcooperative, Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil Abruzzo.

Proprio partendo da questi dati le varie associazioni chiedono aiuto ed un impegno concreto ai candidati abruzzesi che saranno eletti in Parlamento affinché si giunga ad un rilancio di tutto il settore che in Abruzzo occupa ben il 10% della forza lavoro.

Lu. Spa.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts