Banner Top
Banner Top

Nomina scrutatori: ora tocca ad un computer

Come già anticipato nei giorni scorsi, cambia il criterio di assegnazione dell’incarico di scrutatore nei 43 seggi elettorali, più i due speciali, della nostra città: stamane, nel corso di una conferenza stampa tenuta nella sala del Gonfalone, sono stati il sindaco Luciano Lapenna ed i componenti la Commissione elettorale Mauro Del Piano e Massimiliano Montemurro (Corrado Sabatini era assente per problemi di salute) ad illustrare la nuova procedura che mette fine all’usanza di segnalare i nominativi. Secondo il nuovo iter i 352, tra effettivi e supplenti, scrutatori verranno estratti a sorte tra i 3.966 iscritti all’albo unico attraverso l’ausilio di un sistema informatico: la procedura verrà eseguita con apertura al pubblico nelle sale del Centro Elaborazione Dati del Comune lunedì mattina a partire dalle 11.00. La selezione terrà conto di due criteri fondamentali: non potranno essere nominati coloro che hanno già ricoperto il ruolo di scrutatore nelle ultime due tornate elettorali ed in caso di nomina di due o più soggetti appartenenti allo stesso nucleo familiare soltanto uno di essi potrà effettivamente essere selezionato con prevalenza che andrà al più giovane.

Nel suo breve intervento Mauro Del Piano ha detto che: “È chiaro che avremmo preferito andare ad individuare anche altri meccanismi; non abbiamo avuto, forse, anzi sicuramente, il tempo necessario, però ci si potrà tornare anche in futuro e mi riferisco al discorso degli occupati. Perché ci sembra logico che abbia più diritto un disoccupato, uno studente o una casalinga di uno che ha già il lavoro o, per lo meno, un reddito. Però è chiaro che siamo partiti in ritardo: le elezioni ci sono cadute proprio addosso”.

Per Montemurro “Bisogna sottolineare che il sistema dell’estrazione pone tutti nella medesima condizione ed aspirazione. Certo bisogna individuare elementi correttivi nella procedura affinché si possa creare una certa rotazione in modo tale che il diritto possa essere di volta in volta un po’ di tutti. Si era pensato di andare ad individuare anche i più bisognosi: purtroppo gli elementi acquisiti tramite le rilevazioni Istat non sono stati ancora assunti dal Comune, ma nella prossima tornata lo saranno.”

Soddisfatto il primo cittadino Luciano Lapenna che ha ringraziato il lavoro della Commissione elettorale entrando poi nello specifico: “Crediamo in questo modo di aver dato una risposta obiettiva alle tante aspirazioni che ci sono. All’interno della Commissione c’era anche chi avrebbe voluto porre un criterio basato sul limite di età, ma sarebbe stato iniquo. Sulla questione occupati, poi, ci sarebbe da riflettere anche sui problemi correlati a voucher e contratti interinali che per l’Ufficio circoscrizionale del Lavoro non sarebbero neanche da considerarsi come rapporti di occupazione. Assicuriamo comunque la massima trasparenza a questo percorso e cercheremo di fare di tutto perché venga affinato affinché il ruolo di scrutatore non diventi un ruolo a vita.”

Luigi Spadaccini

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts