Banner Top
Banner Top
Banner Top

S. Maria Imbaro: no alle biomasse

Il piccolo centro frentano di Santa Maria Imbaro in queste settimane è salito alla ribalta quanto non mai: innanzitutto per la questione dell’Istituto di Ricerca Mario Negri Sud, per il quale sembrano si siano aperti spiragli di luce; poi per la possibile realizzazione di una centrale a biomasse, ipotesi sulla quale si è abbattuta con forza la decisione del sindaco Nicola Romagnoli di emanare un’ordinanza di sospensione realizzativa.

La motivazione di tale provvedimento è da ricercarsi nelle parole dello stesso primo cittadino che ai colleghi di Primadanoi ha detto: “si è inevitabilmente constatato che la realizzazione dell’impianto in oggetto comporta l’esposizione del territorio e dei cittadini a rischi immanenti sulla salute, l’incolumità, l’ordine pubblico e l’ambiente”.

L’associazione Nuovo Senso Civico, da sempre in lotta contro tali tipologie di impianti, ha espresso immediata soddisfazione per il risultato raggiunto grazie ad un modello di collaborazione e coordinazione che ha saputo coniugare le attività di semplici cittadini e comitati, di movimenti ed associazioni, dei gruppi consiliari di maggioranza e di opposizione che hanno scelto di appoggiare unanimamente l’operato del sindaco, degli assessori e i consulenti dell’amministrazione fino alle rappresentanze istituzionali dei Comuni viciniori. Un’attività parallela, condivisa e fruttuosa che ha contemplato volantinaggi, assemblee, incontri pubblici e passa-parola, ma anche un’azione forte e mirata sul fronte normativo e legislativo.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts