Banner Top
Banner Top

Vasto, la droga arriva con il pacco del corriere

 

La droga comprata su internet era arrivava a destinazione con un corriere e lasciata nel negozio di fiducia. L’acquirente, un insospettabile studente diciannovenne di Vasto, era convinto di avere trovato un modo sicuro per acquistare e rivendere marijuana. Non ha fatto i conti con la scrupolosità del negoziante e l’abilità dei carabinieri.

Lo scorso week end il giovane è stato denunciato per spaccio di sostanze stupefacenti. Il ragazzo, aveva acquistato uno stock di stupefacenti attraverso il cosiddetto “dark net”, una rete privata virtuale nella quale gli utenti si connettono solo con persone di cui si fidano. La sostanza acquistata, anzichè al proprio indirizzo, era stata fatta recapitare nel locale di un ignaro imprenditore del posto, dove poi il diciannovenne sarebbe andato a recuperare la merce. Tuttavia il negoziante, insospettito dal particolare odore proveniente dall’interno della scatola, ha richiesto l’intervento dei carabinieri. I militari hanno raggiunto il negozio. All’interno del pacco proveniente dalla Spagna, hanno trovato ben 200 grammi di marijuana, divisi in due grosse buste da 100 grammi l’una. La posizione del giovane si è aggravata con la perquisizione nella sua casa. I militari hanno trovato diverse decine di bustine in cellophan.

“Probabilmente”, ipotizzano i carabinieri “erano pronte per essere farcite della sostanza in arrivo, che gli avrebbe potuto fruttare tra i 2000 e i 2500 euro”.

Il giovane, incensurato, è stato denunciato a piede libero e la sostanza arrivata dalla Spagna sottoposta a sequestro. Il “deep web”, ossia il web sommerso secondo i dati forniti dall’ultimo rapporto della direzione centrale nazionale per i servizi antidroga dei carabinieri, è il nuovo “eldorado” per tossici e spacciatori.

Il fenomeno riguarda il trentacinque per cento degli adolescenti. I militari del Vastese diretti dal tenente Luca D’Ambrosio, che già durante l’anno scolastico hanno vigilato nelle scuole individuando diversi filoni di spaccio, stanno cercando ora di fermare il fenomeno del web sommerso sul nascere.

Nel frattempo proseguono le attività connesse all’operazione “Periferie Sicure” a Vasto e San Salvo, disposta dalla Prefettura di Chieti. In collaborazione con le altre forze dell’ordine, è stata effettuata un’attività straordinarie di prevenzione e contrasto alla criminalità. L’obiettivo è quello di ottenere la costante riduzione dei reati e aumentare, al contempo, la percezione di sicurezza del cittadino. Numerosissimi i controlli effettuati dai militari della Compagnia di Vasto e dalla CIO ( Compagnia intervento operativo) del Lazio in questi giorni, dalle vie del centro e sulla riviera.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.