Banner Top
Banner Top

Discarica e piani di sviluppo, la sfida a 3 è servita

 

Camillo D'Amico

graziana di florio candidata sindaca a cupelloroberta boschetti

Un assessore uscente, un veterano della politica e una rappresentante della società civile. Sono tre i candidati sindaci in campo per le elezioni amministrative del 26 maggio, due dei quali donne. Un appuntamento importante per Cupello, piccolo centro collinare dell’hinterland famoso per la produzione di carciofo e per impianto di compostaggio del Civeta che ospita sul proprio territorio. Una sfida decisiva, quindi, che si gioca sulle scelte di sviluppo e sul ruolo del Consorzio pubblico.

L’erede naturale dell’ex sindaco Manuele Marcovecchio, oggi consigliere regionale della Lega, è Graziana Di Florio, 47 anni, infermiera professionale, assessore alle politiche sociali uscente. Candidata sindaca della lista “Eccoci per Cupello”, si pone in continuità con l’amministrazione comunale di centrodestra che dal 2014 guida il paese.

“Sono al servizio della mia comunità che tanto mi ha dato e verso la quale tanto sento di restituire con una squadra forte e vincente che, ne sono sicura, lavorerà con energia e vigore per un paese sempre più unito, felice e libero”, dice Graziana Di Florio, “da questa ambizione nasce il nostro programma, teso a dare continuità ad una politica di sobrietà e contenimento delle spese, affinchè si possano garantire maggiori infrastrutture e servizi. Le priorità? I quartieri periferici, la tutela ambientale, maggiore sicurezza attraverso un impianto di videosorveglianza. Chi ha amministrato lo sa che non si possono promettere chimere”, chiosa la candidata, “ma si può garantire serietà, coerenza e lealtà”.

Punta al riscatto, dopo cinque anni trascorsi all’opposizione, Camillo D’Amico, 55 anni, consigliere comunale uscente,  che insieme all’ex sindaco Angelo Pollutri, ha dato vita alla lista civica “Insieme per Cupello”, nata per riunire il centrosinistra dopo la debacle del 2014.

“Al centro del nostro programma elettorale, frutto di confronto e condivisione, ci sono i cittadini di Cupello e il ruolo che il Comune deve svolgere nel territorio”, è la premessa del candidato sindaco, “è nostro intento ridare la possibilità di godere di spazi e  strutture colpevolmente lasciati in abbandono dall’amministrazione Marcovecchio quali l’arena comunale, l’ex scuola elementare “Luciano Mastronardi” e i tanti spazi verdi”. Ma il tema che sta più a cuore a D’Amico è il rilancio del Civeta.

“E’ necessario ridare un ruolo al Consorzio pubblico”, annota, “i soci fondatori, cioè i sindaci, devono aprire un tavolo di confronto per aggiornare il piano industriale e dare all’impianto una prospettiva di rilancio rispettosa della originale mission”.  

E’ scesa in campo per rappresentare la società civile Roberta Boschetti, 40 anni, dirigente di una scuola per l’infanzia ed esponente di punta del Comitato per la difesa del comprensorio. Dopo essere stata in prima linea contro il progetto della quarta vasca del Civeta, ha deciso di debuttare in politica, guidando la lista “ Risposta civica”.

“Mi sono candidata perché non mi sono sentita rappresentata dai due schieramenti in campo”, dice l’aspirante sindaco, “quello di centrodestra è sempre rimasto silente sul Civeta, mentre l’altro di centrosinistra ha perso credibilità nel momento in cui si è riunito. I  punti più salienti del nostro programma? Sono sette e al primo posto ci sono l’ambiente ed il territorio nella loro accezione più ampia. Puntiamo ad una economia circolare con il riutilizzo delle materie prime e ad attività produttive a chilometro zero e plastic free”.  

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.