Boomdabash, Rocco Hunt, Sud Sound System, Takagi e Ketra sono solo quattro dei diversi artisti provenienti da ventitré diversi paesi

Jova Beach Party, ecco tutti gli ospiti del tour

Boomdabash, Rocco Hunt, Sud Sound System, Takagi e Ketra sono solo quattro dei diversi artisti provenienti da ventitré diversi paesi che prenderanno parte al Jova Beach Party, il tour che vedrà impegnato Lorenzo Cherubini a partire dal prossimo 6 luglio nelle località di villeggiatura italiane più popolari tra cui anche Vasto il prossimo 17 agosto.

Dj, esponenti di spicco della scena world, veterani ed emergenti della scena indie italiana, astri nascenti della scena rap e trap italiana, nomi storici del panorama afrobeat, colonne del folk tricolore e Re Mida del pop di casa nostra saranno protagonisti sui palchi delle diciassette tappe previste dall’entourage del cantautore nato a Roma nel 1966.

Al momento non sono stati resi noti i cast delle singole date – ovviamente, i sessantuno artisti confermati oggi, lunedì 13 maggio, non saranno presenti in tutte le date del tour, e non è da escludere che nelle prossime settimane possano aggiungersi altre realtà alla già torrenziale lista di special guest confermati per il Jova Beach Party.

Tra i nomi più noti al pubblico generalista italiano, sono da citare oltre a Boomdabash, anche lo storico sodale di Cesare Cremonini Ballo, la star della consolle Benny Benassi, il Re Mida della trap Charlie Charles, i Pinguini Tattici Nucleari, Rancore e i Tre Allegri Ragazzi Morti, che hanno già accompagnato Lorenzo dal vivo come gruppo spalle di parte delle date del suo tour negli stadi del 2013.

Ecco tutti gli artisti.

  • ACIDO PANTERA (Colombia): duo elettronico composto da Juan Correal e Diego Sierra proveniente da Bogotà, Colombia, che fonde ritmi dance moderni ad atmosfere tropicali.
  • ACKEEJUICE ROCKERS (Italia): duo elettronico di Bassano Del Grappa composto da Ali Selecta & King P, vantano collaborazioni con – tra gli altri – Kenye West, Daft Punk, Gessaffelstain, Brodinski, Travi$ Scott e altri.
  • AFROTRONIX: band svedese composta dalla cantante originaria della Guinea Fanta Yayo, dalla percussionista e corista Lisa Ladberg e dai produttori Robin Cochrane e Jonah Gold, a cavallo tra elettronica moderna e musica tradizionale africana.
  • ALBERT MARZINOTTO (Italia): Dj e produttore ventinovenne di Venezia, nel 2018 ha riletto il classico degli Wham! “Last Christmas”.
  • ALBOROSIE (Italia): all’anagrafe Alberto D’Ascola, siciliano naturalizzato giamaicano, classe 1977, è considerato l’ambasciatore italiano del reggae nel mondo.
  • ANTIBALAS (Stati Uniti): formazione afrobeat statunitense fondata nel 1998 da Martín Perna, si richiama allo storico ensemble che accompagnava Fela Kuti negli anni Settanta.
  •   BALLO (Italia): all’anagrafe Nicola Balestri, bassista, è uno storico collaboratore di Cesare Cremonini sin dai tempi dei Lunapop.
  •    BALOJI (Congo): rapper belga di origini congolesi, ha pubblicato il suo ultimo album, “137 Avenue Kaniama”, nel 2018.
  • BANTOU MENTALE (Congo): quartetto originario di Kinshasa, in Congo, ma residente a Parigi, composto da Apocalypse, Cubain Kabeya, Chicco, Liam Farrell. Il disco di debutto è atteso per il prossimo mese di settembre per la Glitterbeat Records.
  • BENNY BENASSI (Italia): all’anagrafe Marco Benassi, è uno dei Dj italiani più conosciuti e apprezzati sul panorama internazionale. Vive e lavora a Reggio Emilia.
  • BOMBINO (Niger): Goumar Almoctar è considerato l’esponente più importante del touareg blues a livello mondiale. Nel 2013 il suo album “Nomad” è stato prodotto da Dan Auerbach dei Black Keys. Ha collaborato con Jovanotti nel 2015 per l’album “Lorenzo 2015 CC”.
  • BOOMDABASH (Italia): quartetto pugliese dedito al reggae, composto dai cantanti Biggie Bash (Angelo Rogoli) e Payà (Paolo Pagano) e dai producer Blazon (Angelo Cisternino) e Mr. Ketra (Fabio Clemente, anche nel duo Takagi & Ketra). All’ultimo Festival di Sanremo si sono classificati undicesimi con il brano “Per un milione”.
  • CANZONIERE GRECANICO SALENTINO (Italia): ensemble pugliese fondato nel 1975 dalla scrittrice Rina Durante, ha esportato in tutto il mondo la pizzica tradizionale salentina.
  • CHARLIE CHARLES (Italia): all’anagrafe Paolo Alberto Monachetti, classe 1994, nato a Settimo Milanese, è considerato il produttore più in vista della nuova scena trap italiana, collaborando con Sfera Ebbasta, Izi, Rkomi, Tedua e Ghali.
  • CLUB PARADISO (Italia): duo elettronico italiano dedito alla house, ha pubblicato il suo primo EP nel 2017 per la Mantide Records.
  • DANIELE BALDELLI (Italia): 67 anni, originario di Cattolica, è il decano della scena club tricolore. Il suo ultimo album, “Quagga” (realizzato in collaborazione con DJ Rocca), risale al 2017.
  • DEEJAY MAZZZ (Italia): Andrea Mazzali, dj e producer di musica elettronica e dance dal 1997. Come DJ ha suonato in consolle importanti in Italia e all’estero. Da alcuni anni fa parte del team di Benny Benassi e insieme agli altri ragazzi del team ha remixato “Le canzoni” di Jovanotti e il brano di Prince Karma “Later bitches”.
  • DEVON AND JAH BROTHERS (Italia): reggae band riminese attiva dal 2013, con in curriculum un’esibizione al prestigioso festival Rototom Sunsplash di Benicassìm, in Spagna.
  • DUO BUCOLICO (Italia): progetto formato dai cantautori romagnoli Antonio Ramberti e Daniele Maggioli, attivo dal 2005. L’ultimo album di studio, “Cosmicomio”, è stato pubblicato nel 2016.
  • ENZO AVITABILE & I BOTTARI DI PORTICO (Italia): il sassofonista, compositore e cantautore napoletano storico collaboratore di Pino Daniele e Edoardo Bennato collabora dal 2000 con il gruppo di percussionisti dei Bottari di Portico.
  • EX-OTAGO (Italia): indie pop band italiana formatosi a Genova nella prima metà degli anni Duemila, ha partecipato all’ultimo Festival di Sanremo con il brano “Solo una canzone”, classificandosi tredicesima.
  • FATOUMATA DIAWARA (Mali): chitarrista e compositrice (e attrice) maliana, attualmente residente in Francia, unisce il canto tradizionale africano del wassoulou al jazz e al blues occidentale.
  • FORELOCK & ARAWAK (Italia): progetto italiano nato nel 2008 che coinvolge il cantante Forelock e la band degli Arawak. Il primo album congiunto, “Zero”, è stato pubblicato nel 2015.
  • GATO PRETO (Mozambico, Ghana, Portogallo): due composto dalla cantante Gata e dal producer Lee, alfiere della dance panafricana. Nel corso della loro carriera i due artisti hanno collaborato con, tra gli altri, Aero Manyelo, Edu K, Daniel Haaksman, KD Soundsystem e Mc Zulu.
  • GIORGIO POI (Italia): all’anagrafe Giorgio Poti, nato a Novara nel 1986, cantautore, già fondatore della band Vadoinmessico, ha debuttato come solista nel 2017 con l’album “Fa niente”, al quale è seguito, nel 2019, “Smog”.
  • I HATE MY VILLAGE (Italia): superband italiana composta da Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explotion), Fabio Rondanini (Calibro 35 e Afterhours) e Alberto Ferrari (Verdena). L’eponimo disco di debutto della band è stato prodotto da Marco Fasolo dei Jennifer Gentle.
  •    ISTITUTO ITALIANO DI CUMBIA (Italia): progetto del leader dei Tre Allegri Ragazzi Morti Davide Toffolo che unisce diverse realtà tricolore dedite alla cumbia, musica popolare colombiana.
  • IVREATRONIC (COSMO) (Italia): collettivo di Dj e produttori residenti a Ivrea, diventato anche etichetta, del quale fanno parte tra gli altri Cosmo, Enea Pascal, Splendore, Daniel Gas, Pony Esposito e altri.
  • J.P. BIMENI & THE BLACK BELTS (Burundi, Spagna): rifugiato burundese oggi residente nel Regno Unito, J.P. Bimeni collabora dal 2013 con la band spagnola dei Black Belts, con i quali ha registrato nel 2017 l’album “Free Me”.
  • JUPITER & OKWESS (Congo): progetto creato dal congolese Jupiter Bokondji nel 2004 con i francesi Renaud Barret e Florent de la Tullaye. Il primo frutto della collaborazione, “Hotel Universe”, è stato pubblicato nel 2012.
  • LOS WEMBLER’S DE IQUITOS (Perù): band peruviana di cumbia fondata nel 1968 dal chitarrista Salomón Sánchez Saavedra, considerata la maggiore esponente della cumbia amazzonica nella cultura di Iquitos. Nel 2012, con “From Itaya to Italy”, hanno fuso il loro genere musicale alla tarantella.
  • MAGICABOOLA BRASS BAND (Italia): ensemble di soli fiati che si rifà alla tradizione delle marchin’ band di inizio Novecento, composto da Alessandro Riccucci (sax alto, Flute, arrangiamenti e direzione musicale), Renzo Cristiano Telloli (sax alto), Francesco Felici (sax tenore), Riccardo Tonello (Trombone), Michele Santinelli, Pietro Petri, Filippo Ghezzi (Sax baritono), Andrea Lagi, Luca carducci, Giulio Mari, Mirco Pierini (tromba), Leonardo Ricci (Sousafono), Riccardo Focacci (coordinamento e arrangiamento percussioni, rullante), Francesco Giomi (Cassa), Francesco Dell’Omo (Percussioni).
  • MANGABOO (Italia): duo elettronico composto da Giulietta Passera (Sweet Life Society) e Francesco Pistoi (Dj Pisti dei Motel Connection), ha debuttato con un album eponimo nel 2017.
  • MELLOW MOOD (Italia): reggae band fondata a Pordenone nel 2005, con all’attivo cinque album da studio, l’ultimo dei quali – “Large” – è stato pubblicato nel 2018.
  • MERK & KREMONT (Italia): duo dance composto dai milanesi Federico Mercuri e Giordano Cremona, sono considerati una delle realtà italiane più interessanti sul panorama internazionale. I due producer hanno collaborato con, tra gli altri, Rovazzi e Il Pagante.
  • MR RAIN (Italia): rapper e beatmaker italiano nato a Desenzano, in provincia di Brescia, nel 1991, pubblicherà il prossimo 17 maggio il nuovo brano “La somma” con l’ex concorrente di X-Factor Martina Attili.
  • NU GUINEA (Italia): duo composto dai musicisti e produttori Massimo Di Lena e Lucio Aquilina, napoletani ma residenti a Berlino. Il disco più recente del progetto, “Nuova Napoli”, è stato pubblicato nel 2018.
  • NIKODEMUS (Stati Uniti): Dj e produttore statunitense, originario di New York.
  • ORCHESTRA GRANDE EVENTO (Italia): ensemble di liscio fondato da Moreno Conficconi, meglio conosciuto come Moreno il Biondo, cantante e polistrumentista già in forze nell’orchestra di Raoul Casadei.
  • ORKESTA MENDOZA (Arizona): band fondata a Tucson, in Arizona, nel 2009 da Sergio Mendoza, che unisce la musica latina tradizionale all’indie rock nordamericano, alla musica ranchera, alla cumbia e alla psichedelia.
  • PAOLO BALDINI (Italia): bassista e produttore di Pordenone, classe 1975, già collaboratore di – tra gli altri – Tre Allegri Ragazzi Morti, Mellow Mood e Africa Unite.
  • PINGUINI TATTICI NUCLEARI (Italia): band nata nel 2012 in provincia di Bergamo composta da Riccardo Zanotti, cantante e principale compositore del gruppo, e Nicola Buttafuoco “il Cotoletto”, Elio Biffi “Bandolero Seducente”, Lorenzo Pasini “Cosa?”, Simone Pagani “Perditore di targhe” e Matteo Locati “Tamagotchi”. Visti al Concerto del Primo Maggio 2019 di Roma, i PTN hanno pubblicato il loro ultimo album, “Gioventù brucata”, nel 2017.
  • RALF (Italia): al secolo Antonio Ferrari, 61 anni, originario di Bastia Umbra, in provincia di Perugia, è uno degli alfieri italiani della house. Appare, insieme a Jovanotti, nella clip del brano di Cesare Cremonini “Mondo”.
  • RANCORE (Italia): all’anagrafe Tarek Iurcich, nato a Roma da padre croato e madre egiziana, è considerato una delle voci più interessanti del nuovo panorama rap italiano. Il suo ultimo disco, “Musica per bambini”, è stato pubblicato nel 2018.
  • RIVA STARR (Inghilterra): nome d’arte del Dj napoletano Stefano Miele, in passato già noto come Miele e Madox. Da anni residente a Londra, gode di una certa notorietà nel circuito house internazionale.
  • RKOMI (Italia): all’anagrafe Mirko Manuele Martorana, venticinquenne rapper milanese. Esponente della corrente indie rap, ha pubblicato il suo ultimo album “Dove gli occhi non arrivano” lo scorso mese di marzo.
  • ROCCO HUNT (Italia): nome d’arte di Rocco Pagliarulo, rapper ventiquattrenne di Salerno, si è fatto conoscere vincendo al Festival di Sanremo 2014 nella sezione “Nuove proposte” con il singolo “Nu juorno buono”. Il suo ultimo singolo, “Tutte ‘e parole”, risale al 2018.
  •   RUMATERA (Italia): punk band veneta fondata nel 2007 attualmente composta da Luca Perin, Daniele Russo e Giorgio Gozzo, ha pubblicato il suo ultimo album “Ingestibili” nel 2019.
  • SANGENNARO BAR (Italia): progetto di Dario Cervo, conosciuto come Dj UèCervone, matematico prestato alla dance che fonde musiche tradizionali italiane, africane, sudamericane, balcaniche e mediterranee.
  • SAVANA FUNK (Italia, Marocco, Inghilterra): formazione bolognese composta da Aldo Betto (chitarra), Blake Franchetto (basso), Youssef Ait Bouazza (batteria) e Nicola Peruch (tastiere), attivo dal 2015. L’ultimo disco del gruppo, “Bring in the New”, è stato pubblicato nel 2018.
  • SELTON (Italia): gruppo folk rock brasiliano residente a Milano, messosi in luce presso il pubblico italiano grazie all’album del 2008 “Banana à Milanesa”, composto da cover in italiano e portoghese di Enzo Jannacci e Cochi e Renato. L’ultimo album della formazione, “Sampleando Devendra”, è stato pubblicato nel 2018.
  • SHANTEL (Germania): al secolo Stefan Hantel, dj e produttore tedesco classe 1968, unisce l’elettronica a musica tradizionale balcanica. Ha collaborato dal vivo con Sasha Baron Cohen, attore britannico divenuto celebre grazie ai personaggio di Ali G e Borat.
  • SOUL (Palestina): band di musica elettronica formatasi in Giordania nel 2013, dedita allo Shamstep, genere che unisce ritmi tradizionali mediorientali a ritmi dance occidentali. Il frontman Tareq Abu Kwaik è anche noto, come solista, con lo pseudonimo di El Far
  • SUD SOUND SYSTEM (Italia): alfieri salentini del raggamuffin e del dancehall reggae attivi dal 1989, sono attualmente composti dai fondatori Giovanni Rollo e Federico Vaglio, e da Fabio Miglietta e Fernando Blasi. Il loro ultimo album, “Eternal vibes”, è stato pubblicato nel 2017.
  • TAKAGI & KETRA (Italia): duo di produttori composto da Alessandro Merli (già membro dei Gemelli DiVersi) e Fabio Clemente (beatmaker dei Boom Da Bash) considerato tra i principali architetti del nuovo sound pop italiano. Dal 2016 a oggi hanno collaborato tra gli altri con Jovanotti, Calcutta, Tommaso Paradiso (Thegiornalisti), Giusy Ferreri e Arisa.
  • TARANTOLATI DI TRICARICO (Italia): ensemble folk lucano fondato nel 1975 dallo scomparso Antonio Infantino, sono gli esponenti di spicco sul panorama della taranta lucana. Il nucleo storico della band è oggi composto da Franco Ferri, Rocco Paradiso, Marcello Semisa e Pino Molinari.
  • THE DI MAGGIO CONNECTION (Italia): trio rockabilly guidato dal cantante e chitarrista Marco Di Maggio, accompagnato da Matteo Giannetti al contrabbasso e Marco Barsanti alla batteria. Originari di Firenze, i Di Maggio Connection si sono esibiti in tutto il mondo.
  • THE LIBERATION PROJECT (Sud Africa, Cuba, Inghilterra, Italia): collettivo di musicisti provenienti da Sudafrica, Italia e Cuba guidato da Dan Chiorboli, nato a Ferrara ma cresciuto nel Sudafrica ai tempi dell’apartheid, ha pubblicato nel 2018 un album alla produzione del quale hanno collaborato Neill Solomon e Phil Manzanera.
  • TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI (Italia): storica indie band fondata a Pordeneno nel 1994 da Davide Toffolo, con Enrico Molteni al basso e Luca Masseroni alla batteria. Già band di apertura per diverse date del tour negli stadi di Jovanotti nel 2013, la band ha pubblicato il proprio ultimo disco, “Sindacato dei sogni”, lo scorso mese di gennaio.
  • TONY ALLEN (Nigeria): batterista nigeriano, classe 1940, già in forze negli Africa 70, la storica band dell’icona afrobeat Fela Kuti.
  • VOODO SOUND CLUB (Italia, Senegal, Tanzania): fondato nel 2007 da Guglielmo Pagnozzi (sax, tastiere e voce), il gruppo è composto da Salvatore  Lauriola (basso elettrico),  Danilo Mineo (percussioni), Gaetano Alfonsi (batteria), Reda Zine (chitarra elettrica, guembri, voce) subentrato nel 2010 e Davide Angelica, arrivato nel 2014 (chitarra elettrica).
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.