Vasto

Il Gruppo Italia Nostra in visita all’acquedotto romano delle Luci

59945215_2650330178329476_4591416439964958720_n

2si60336542_424076101721268_5713145589965783040_n

59935135_2650334448329049_5288141559366156288_n60057659_2650331191662708_7841664088315789312_n

Una giornata all’insegna della natura per il folto gruppo di Italia Nostra che ha percorso buona parte del tracciato dell’antico acquedotto romano delle Luci, che dalla zona di S.Antonio raccoglie le acque che filtrano dagli strati argillosi per condurle alle cisterne della loggia Amblingh.

Accompagnati dall’archeologo prof. Davide Aquilano e dallo speleologo Marco Rapino, e’ stato possibile seguire in superficie i meandri del condotto sotterraneo e affacciarsi nei diversi pozzi di illuminazione.

Una lunga camminata, che ha visto un momento di ristoro conviviale, con un rinfresco gentilmente offerto dal sig. Romano Trofino dell’agriturismo Le magnolie. Molti edifici costruiti negli ultimi anni sono stati costruiti sopra o nei pressi dell’acquedotto, ancora oggi funzionante, e questa situazione potrebbe comportare rischi di crolli e frane.

Da anni Italia Nostra denuncia invano il pericolo incombente, ma ad oggi nessuna amministrazione ha preso seriamente in considerazione il problema. Anche l’iniziativa di sabato rientra nella Settimana del patrimonio culturale di Italia Nostra.

Fabrizio Scampoli

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *