Banner Top
Banner Top

Ora si punta su mele e albicocche essiccate

Poca acqua a settembre , gelo a dicembre e gennaio, pioggia e grandine ad aprile. Le condizioni meteo non favoriscono certo l’agricoltura e la frutticoltura . I capricci del tempo e le temperature atipiche mettono a rischio la produzione di frutta. La cooperativa Eurortofrutticola del Trigno cerca di difendere come può la propria produzione consultando esperti e studiosi . Non solo.

Da anni il presidente Nicolino Torricella cerca nuove nicchie di mercato per allargare il pacchetto clienti e favorire il lavoro. L’ultima novità è la frutta essiccata, un prodotto adatto ad ogni stagione e che può essere facilmente esportato ovunque .

” E’ un prodotto che è stato accolto favorevolmente sui mercati italiani e di tutta Europa”, dice soddisfatto il presidente Torricella. ” La frutta selezionata viene essiccata e in questo modo può essere consumata anche fuori stagione. Non gela, non marcisce nè inacidisce, Contestualmente “, aggiunge Torricella ” stiamo portando avanti il “progetto nocciola” con la Ferrero. Aumentando la gamma dei prodotti e le offerte la stagione lavorativa della cooperativa si allunga. A fine mese è previsto il reclutamento di centinaia di stagionali per la raccolta,selezione e spedizione delle pesche. Quattrocento stagionali avranno una chance di lavoro. Poi sarà la volta dell’uva e quindi delle olive. ” Stiamo lavorando per trovare nuovi mercati e nuovi clienti”, dice il presidente Torricella e per farlo ci avvaliamo anche della collaborazione dell’Università, Gabriele D’Annunzio .

Grazie alla ricerca e alla sperimentazione cerchiamo di migliorare la produzione e conquistare i mercati d’elite”. Nei giorni scorso alla cooperativa si sono svolte le elezioni del consiglio d’amministrazione. Oltre a Nicolino Torricella sono stati eletti, Nicola Marinelli, Michelino Cilli, Domenico Natale, Giuseppe Colaeo, Michele Tumini, Michele Savini, Tiziano Travaglini, Antonio Chinni, Felice Tascone e Giuseppe Fabrizio.

Le prossime settimane per gli eletti saranno di grande lavoro. La cooperativa è una delle realtà più felici del Vastese. I 1200 soci producono frutta e ortaggi su un’area di 1947 ettari. L’Eurortofrutticola ha un fatturato di 15milioni di euro. Nata negli anni 70 come cooperativa che si occupava della raccolta delle pesche , è riuscita in 40 anni allargare la propria produzione a quasi tutta la frutta, dal Kiwi all’uva aggiungendo le verdure, asparagi e carciofi in primis. E ora alla produzione “fresca” ha aggiunto quella essiccata.

In Gran Bretagna il prodotto è piaciuto tantissimo ma anche nel resto dell’Europa c’è richiesta. Come detto ora l’attenzione è puntata sulle nocciole. Per i giovani del territorio si tratta di nuove opportunità.” Per noi è motivo di vanto essere riconosciuti per la qualità della produzione”, dice Torricella.

Paola Calvano (il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.