L'affare delle case. Confedilizia presenta denuncia alla Finanza e mette in guardia dai falsi intermediari. Riccardo Alinovi: "Impostori girano a caccia di appartamenti da piazzare, sono irregolari"

Ora a Vasto spunta un’agenzia immobiliare finta

Alinovi_Riccardo

Pubblica annunci su Facebook, vende case e terreni, ma pur spacciandosi come agente immobiliare non ha i requisiti di legge per esercitare la professione di intermediario. Insomma, è un abusivo a tutti gli effetti ed in quanto tale và deferito all’autorità giudiziaria. E’ di questo tenore l’esposto che il responsabile locale di Confedilizia, Riccardo Alinovi  ha presentato alla Guardia di Finanza di Vasto, dopo aver ricevuto una serie di segnalazioni dagli associati e dai clienti. Le irregolarità lamentate dal referente cittadino della organizzazione storica dei proprietari di case sono di strettissima attualità. La stagione estiva è alle porte e le truffe degli appartamenti al mare, che hanno imperversato l’anno scorso facendo registrare diverse vittime,  sono in agguato.

Proprio per questo Alinovi mette in guardia i cittadini da sedicenti agenti immobiliari che non hanno le carte in regola per effettuare le operazioni di compravendita e quindi non possono intascare la provvigione prevista per le intermediazioni, la cui percentuale và dal 3% al 4%.

“Ho ricevuto diverse segnalazioni”, spiega il responsabile di Confedilizia, “mi hanno riferito che ci sono personaggi che vanno in giro alla ricerca di case da vendere, spacciandosi per agenti immobiliari. Invito i cittadini a stare attenti: un vero mediatore non si presenta a domicilio e non suona il campanello dell’abitazione per cercare di acquisire unità immobiliari. Chiunque sia a conoscenza di situazioni del genere o dell’esercizio abusivo della professione di mediatore non esiti a segnalarlo, può tranquillamente rivolgersi alla nostra sede di Vasto in via Platone n.66”.

Alla Guardia di Finanza Alinovi ha segnalato il nominativo dell’agente immobiliare abusivo dopo aver effettuato verifiche alla Camera di Commercio. Nello specifico il responsabile di Confedilizia ha accertato  che la società in questione – che sulla pagina Facebook aveva pubblicato annunci immobiliari – non era in possesso dei requisiti di legge, cioè il patentino e l’iscrizione al Rea. All’esposto sono state allegate anche delle visure camerali.

“Questi soggetti vanno denunciati”, incalza, “non esitate a farlo se venite a conoscenza di certe situazioni. L’anno scorso ci sono state alcune truffe da parte di personaggi che hanno affittato la casa al mare tramite internet, per poi sparire dopo essersi messi in tasca la caparra versata dall’ignaro turista. Diffidate e segnalate. I raggiri sono sempre in agguato”.

Il fenomeno dell’abusivismo è particolarmente rilevante nel settore immobiliare. Le nuove norme, introdotte nel gennaio 2018, prevedono l’inasprimento delle sanzioni per chi esercita la professione di agente immobiliare senza esserne abilitato.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.