Scerni

Grande partecipazione all’incontro “Brigantaggio e Pastorizia”

Si è svolto ieri a Scerni nella Sala Antonio Ottaviano (palazzo Raimondi), l’incontro “L’Abruzzo nascosto. Storie di poeti, monti, funghi e serpenti narrate da vecchi pastori e antichi briganti”. Un incontro attraverso il quale Scerni ha voluto rintracciare la propria storia affrontando il tema del Brigantaggio e della Pastorizia. Posizionato sul tratturo Lanciano/Cupello, Scerni ha goduto per secoli dell’indotto economico creato dalla pastorizia. Questo primo incontro di Angelo Tarquino era volto a rinvenire frammenti della nostra storia.
“Scerni – ha sottolineato Tarquino – cerca e trova le sue origini, quelle più remote, partendo dai Kurgan i popoli anatolici che introdussero in Europa e in Abruzzo l’animale simbolo della nostra regione, la pecora. Passo dopo passo, un secolo dietro l’altro il racconto traccia la vie che hanno seguito i nostri avi in un‘epopea pastorale e guerriera per arrivare fino alla storia nscosta del genocidio perpetrato dai Savoia a danno delle regioni del sud mai scritta o raccontata alle generazioni successive e secretata con il marchio infamante di brigantaggio”.
“Quello che ci infama – conclude Tarquino – non è la parola “Brigante”, ma questa “Storia nascosta” che viene ancora occultata dopo 160 anni.
Quello che ci fa rabbia e che sui libri di storia gli autori di questo genocidio vengono ancora definiti “Galantuomini” ed i loro nomi denominano piazze e strade. Quello che ci offende e che ai nostri avi non venne lasciata nessuna scelta se non diventare briganti. Quello che ci onora è che divenendo briganti hanno dato vita ad un’eroica follia senza piegare il capo.
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.