Vasto. Allarme nelle abitazioni popolari di Via Pennaluce. Ater e Comune al lavoro per le sistemazioni provvisorie

Pilastri fragili, sgombero alloggi per 14 famiglie

Dovranno essere trasferite altrove le famiglie che abitano negli alloggi popolari di Punta Penna. Lo sgombero delle abitazioni si rende necessario  per consentire la messa in sicurezza degli appartamenti. La verifica della sicurezza sismica della palazzina di via Pennaluce, al numero civico 17, redatta dallo studio di ingegneria Carozza di Torricella Peligna,  ha evidenziato una fragilità dei pilastri del piano terra a diretto contatto con le fondazioni, che in caso di eventi eccezionali (sismi, esplosioni, cedimenti e frane), potrebbero mettere a rischio l’incolumità dei cittadini. Devono quindi essere eseguiti dei lavori urgenti e si rende necessario trasferire in altri alloggi i nuclei familiari.

Si tratta di undici assegnatari e di tre proprietari. L’Ater di Lanciano ha messo a disposizione alcuni appartamenti per eventuali assegnazioni provvisorie, mentre il Comune di Vasto sta provvedendo al recupero di altri immobili occupati abusivamente. Per fronteggiare la situazione di emergenza abitativa l’amministrazione guidata dal sindaco Francesco Menna ha autorizzato il dirigente del settore  ad emettere i provvedimenti di assegnazione provvisoria conseguenti allo sgombero, previa autorizzazione da parte della giunta regionale a cui è stata inoltrata un’apposita istanza. Sulla tempistica dei lavori, al momento, nessuno sa fornire indicazioni precise.

“Noi abbiamo fatto tutto quello che era nelle nostre competenze ed in maniera tempestiva”, spiega il Commissario Ater, Gionni Forchetti, “abbiamo incaricato uno studio di ingegneria per la verifica della sicurezza sismica e abbiamo rimesso tutta la documentazione al comune di Vasto”.

Delle condizioni critiche in cui versa la palazzina che dovrà essere oggetto degli interventi di messa in sicurezza si parla da anni. Le prime segnalazioni risalgono a qualche lustro fa. I residenti dello stabile di via Pennaluce, al numero civico 17, hanno denunciato a più riprese infiltrazioni di umidità e crepe alle pareti, lanciando l’allarme sulle criticità strutturali dell’immobile. Le verifiche tecniche commissionate dall’Ater confermano le preoccupazioni dei cittadini che da tempo chiedono interventi per risolvere le problematiche strutturali delle abitazioni.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.