Maxi furto alla Emmepi di Punta Penna: dopo l'allarme la banda si nasconde nella ditta e poi la fuga

Ladri rubano camion carico di stufe e pellet

La tecnica è collaudata. Una prima ricognizione dei luoghi serve per scoprire come, dove e quando, scatta l’impianto d’allarme, come si muove la sorveglianza e dove, al contrario, è possibile accedere indisturbati. Studiata la mappa dell’azienda presa di mira, viene fatto il raid. L’ultima azienda ad essere finita nel mirino di una gang esperta in furti è la EMMEPI di Mario Perrozzi, arredo per la casa e il bagno. La gang di professionisti dei furti è riuscita a porta via un camion, una decina di stufe e decine di bancali di pellets.

L’allarme nel capannone di viale Unione Europea a Punta Penna è scattato, ma la gang è stata abile a nascondersi e a convincere i soccorritori del mal funzionamento dell’impianto. In realtà nascosti nel retro del capannone i ladri hanno aspettato solo il momento propizio per fuggire. Non a caso hanno scelto il retro del capannone. Nessuno dalla strada ha notato la loro presenza. Una volta forzato l’ingresso del magazzino hanno preso un camion dell’azienda e lo hanno caricato con il materiale in deposito lasciando intonsa l’esposizione . Una volta caricato il mezzo pesante si sono allontanati indisturbati.

Da quel punto possono avere preso tutte le direzioni e tutte le strade: la A14, la statale e la provinciale. Alla luce di quanto accaduto alla EMMEPI, c’è il sospetto che i ladri abbiano fatto scattare l’allarme per meglio individuare il percorso che avrebbero dovuto seguire per non essere notati. Così è stato, sono entrati nel magazzino e hanno individuato il punto di collegamento con il capannone principale. La scoperta del furto è stata fatta dagli stessi titolari, , dopo qualche ora. Gli imprenditori hanno denunciato immediatamente l’accaduto ai carabinieri. Impossibile al momento quantificare il valore del bottino. Di sicuro di tratta di una somma importante.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.