Banner Top
Banner Top
Banner Top

“Via Del Porto, la strada non è a rischio”

Le crepe su via Del Porto non sono profonde e la stabilità del ponte su via Casetta non è a rischio. E’ quanto accertato ieri mattina dal Comune di Vasto nel corso del sopralluogo fatto sulle strade cittadine martoriate dal passaggio dei tir. L’Anas sabato ha riaperto al transito il ponte di San Nicola ma i lavori non sono finiti. Il Comune vuole scongiurare in ogni modo nuove possibili deviazioni. I danni prodotti in questo periodo dai “bisonti”, sulle strade vastesi sono tanti. Il responsabile dell’avvocatura comunale, l’avvocato Nicolino Zaccaria, su incarico dell’amministrazione ha inviato una lettera all’Anas-Ferrovie dello Stato, coordinamento territoriale Adriatica, diffidando la società a disporre ancora il transito dei mezzi pesanti su via Del Porto, via Sandro Pertini e via Mario Molino.

Il Comune nella nota ricorda inoltre all’Anas “il diritto dell’ente ad ottenere il risarcimento del danno prodotto alle proprie infrastrutture viarie , sulle quali è stato con motivazione illogica e contraddittoria , deviato per quasi due mesi tutto il traffico pesante e non che normalmente transitava sul tratto della statale 16 Adriatica chiuso per permettere i lavori”.

I lavori sul viadotto San Nicola dovrebbero essere ultimati il 20 maggio. In questo periodo l’intervento di ristrutturazione riguarda la parte sottostante il ponte. Il timore del Comune è che in caso di nuovi interventi in superficie l’Anas possa deviare ancora il traffico sulle strade urbane. “ Ci siamo opposti in passato e ci opporremo ancora“, dice il vice sindaco Giuseppe Forte.

La speranza dei vastesi è che i lavori sopra e sotto il viadotto arrivino davvero al capolinea. Quelli che avrebbero dovuto essere lavori di ordinaria manutenzione sono iniziati la scorsa estate, si sono fermati ad inizio settembre 2018. A gennaio 2019 sono ripresi. A febbraio la deviazione sulle strade cittadine. L’Anas, aveva affidato all’inizio i lavori ad una impresa siciliana con la quale è sorto un contenzioso. Rescisso il contratto l’azienda ha riaffidato i lavori ad un’altra impresa. Da settembre 2018 sul viadotto San Nicola si circola a senso unico alternato. A regolare la circolazione è un impianto semaforico. La circolazione è vietata ai mezzi pesanti che superano il limite di 4,4 tonnellate.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.