Camillo D'Amico interviene pubblicamente per correggere le pubbliche affermazioni del Sindaco di Palmoli, Giuseppe Masciuli in merito alla mobilitazione della quarta vasca

“Sparare nel mucchio non fa bene al alcuna causa comune tesa a difendere gli interessi del vastese”

Mi spiace dover pubblicamente intervenire per correggere nel merito le pubbliche affermazioni rese ieri a Furci dal Sindaco di Palmoli, Giuseppe Masciuli, circa una mia ingiustificata assenza all’iniziativa promossa Sabato 16 u.s. dal Comitato per Difesa degli Interessi del Vastese a Valle Cena contro le ipotesi della quarta vasca di ‘servizio’ al consorzio Civeta ed all’altra proposta dalla ‘Valle Cena s.r.l.’ sul territorio di Furci. Sabato sono arrivato tardi alla manifestazione ma ci sono andato.

Avevo avuto, nel frattempo, un coincidente impegno di lavoro a Vasto. Rispetto ai due argomenti poco o nulla debbo dire circa il mio impegno diretto sia sul piano politico che istituzionale per informare la cittadinanza, coinvolgere l’intero territorio allo scopo di uscire dal tunnel del “No a prescidere”  e trovare una unitarietà di visione per comporre una proposta di sviluppo che, rispetto a Valle Cena, salvaguardi il CIVETA come impianto di compostaggio e riciclaggio, ne potenzi ulteriormente le peculiarità storiche e permetta un recupero di protagonismo del pubblico rispetto all’invadenza del privato.

Se Cupello aderì al manifesto del territorio contro la discarica di Furci accadde solo perché il sottoscritto presentò uno specifico ordine del giorno poi votato unanimemente dall’intero Consiglio Comunale. Se la vicenda della quarta discarica è arrivata in discussione in Consiglio Comunale a Cupello lo si è dovuto solo grazie ad una mia proposta di ordine del giorno. Se il Comitato di Difesa degli Interessi del Vastese  è sorto, in parte,  anche grazie alla pubblica iniziativa promossa a Cupello il 28 Settembre 2018 dal mio gruppo e dell’associazione politico – culturale di riferimento.

Al riguardo affermo che personalmente ho anche formalmente aderito al comitato stesso  senza mai ricevere alcuna convocazione ma ho sempre prestato loro, nonostante tutto, il mio supporto ed appoggio senza alcun risparmio di energia.

All’amico Giuseppe Masciulli rammento, infine, le tante iniziative di natura istituzionale promosse dal mio gruppo e dall’associazione politico – culturale di riferimento in questi anni proprio per non far passare sotto traccia e nel silenzio totale di tanti  quello cha stava e sta accadendo a Valle Cena.

Le iniziative sono sempre state pubbliche e di natura istituzionale. Altri suoi colleghi Sindaci hanno sempre presenziato, lui no.

In conclusione  ritengo che ‘sparare nel mucchio’ non serve a nessuno.

Torno a ripetere che le manifestazioni pubbliche vanno bene, la raccolta delle firme benissimo ma se non c’è un raccordo trasversale sul piano istituzionale con una chiara e partecipata condivisione su cosa volgiamo fare in concreto nel futuro per lo sviluppo del nostro territorio saremo divorati dagli interessi forti ed intraprendenti che oggi aleggiano sul vastese,

Camillo D’AMICO

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.