Preso con documenti falsi in una sala bingo a Roma

Arrestato il boss fuggito da Casalbordino

mancuso

Pantaleone Mancuso, 57 anni, capo dell’omonimo clan di Limbadi (Vibo Valentia), conosciuto come “Zio Luni” o l’Ingegnere”, fuggito lo scorso ottobre da Casalbordino dove viveva in libertà vigilata all’interno di una comunità, è stato arrestato la scorsa notte in una sala bingo di Roma.

L’uomo ha un curriculum criminale di tutto rispetto. Da tempo era sottoposto a libertà vigilata e da cinque mesi era sparito, senza rientrare a Casalbordino, nella struttura dove era stato affidato.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *