Vasto. David Riondino con il suo gruppo di attori e musicisti guidati da Maurizio Fiorilla. Alle 21 al Teatro Rossetti il confronto con un grande classico, il “Decameron”. Uno spettacolo unico e suggestivo

Vasto, al via l’11° edizione dei Giovedì Rossettiani

image

Con David Riondino si alza stasera il sipario dell’11° edizione dei Giovedì Rossettiani, la prestigiosa iniziativa organizzata dal Centro Studi Europeo Rossettiani in collaborazione con l’amministrazione comunale di Vasto e il Club Unesco Vasto. Con il suo gruppo di attori e musicisti guidati da Maurizio Fiorilla (professore di Filologia italiana a Roma Tre e curatore di due edizioni dell’opera), David Riondino metterà in scena, in una serie di ballate originali, uno spettacolo unico e suggestivo che racconterà non solo i momenti strutturali e le novelle più famose del Decameron di Boccaccio, ma anche la storia della scoperta dell’autografo dell’opera – oggi conservato a Berlino – e dell’incredibile viaggio che il manoscritto fece dalla Germania Ovest a Venezia negli anni Settanta del secolo scorso.

Protagoniste le novelle più godibili come quella di Alatiel, di Tancredi e Ghismonda, di Federico degli Alberighi, di Madonna Filippa. I brani musicali, introdotti dallo stesso Riondino e da Fiorilla, sono inframezzati dalle letture di Martina Dani della Compagnia Teatrale L’Oranona di Certaldo. E sullo sfondo le illustrazioni dei racconti boccacciani.

Ad accompagnare David Riondino ci saranno la cantante e cantautrice Eleonora Cardellini, il chitarrista Paolo Antinori, il bassista Maurizio Fiorilla e al cajon Massimilano Chiapperi.

Un’edizione questa, l’11esima all’insegna del Narra-Teatro. L’atmosfera che si vuol creare è quella di uno scambio culturale con il pubblico, quasi un’intima interazione nell’ascolto di storie avvincenti, lette o recitate da attori professionisti, come se si fosse attorno ad un focolare. «Iniziative come queste- aveva fatto sapere Gianni Oliva, direttore del Centro Europeo di Studi Rossettiani nel corso della conferenza stampa- sono la risposta necessaria e coraggiosa all’indifferenza culturale in cui continua ad affondare la società di oggi. Non dobbiamo seguire e assecondare la deriva verso l’appiattimento culturale, ma contrastarla come più possiamo, facendo ciò che ci sembra opportuno, perché la letteratura e il teatro non sono solo forme di intrattenimento, ma luoghi di apprendimento e di confronto civile».

L’appuntamento è per oggi 14 marzo alle ore 21 al Teatro Rossetti.

Laura Rongoni

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *