Banner Top
Banner Top

“L’aumento dell’imposta è per dare servizi aggiuntivi”

“L’aumento del’imposta di soggiorno consentirà al Comune di avere maggiori introiti da utilizzare a favore del turismo e per garantire ulteriori servizi aggiuntivi”. Il sindaco Francesco Menna non si scompone e, di fronte alle critiche delle associazioni di categoria e dell’opposizione consiliare, spiega come verranno utilizzati gli incassi che passeranno dalle 280mila euro del 2018 alle 350mila euro del 2019. L’incremento del 30% della tassa per coloro che pernottano nelle strutture ricettive  alberghiere ed extra-alberghiere, continua a  tenere banco dopo che Confcommercio e Federalberghi sono venuti a conoscenza della delibera approvata dalla giunta comunale il  26 febbraio scorso senza essere stati preventivamente consultati.

“Abbiamo aumentato l’imposta di soggiorno di  50 centesimi”, attacca il primo  cittadino, “senza modificare quella parte del regolamento che prevede esenzioni per i minori fino al 14°anno di età, per le famiglie numerose  che possono usufruire di una riduzione del 50%, per gli eventi di rilevante importanza organizzati o patrocinati dal Comune,  per i gruppi di almeno 20 persone, per i portatori di handicap non autosufficienti. Resta confermato anche  l’esonero al pagamento della tassa per i mesi di gennaio, febbraio, marzo, ottobre, novembre e dicembre”.

Le associazioni di categoria Confcommercio e Federalberghi, però, contestano la modalità, accusando l’amministrazione di non averli consultati preventivamente e di essere venuti a conoscenza degli aumenti casualmente e a prenotazioni ormai fatte.

“Sarà convocato un tavolo con tutti gli operatori del settore, i Consorzi e le associazioni”, annuncia Menna, “non solo per avere suggerimenti, ma soprattutto per affrontare nel migliore dei modi alcuni eventi importanti. E’ il caso del Giro d’Italia, del Jova Beach Party (il concerto di Jovanotti) e del Siren Festival che, oltre a comportare un impegno economico per il Comune, richiederanno anche uno sforzo organizzativo. In quella sede chiederemo la collaborazione di tutti e proposte per alcuni servizi aggiuntivi. Quello che mi preme sottolineare”, aggiunge Menna, “è che Vasto è una città che continua a registrare aumenti di presenze turistiche al contrario di altre località che sono da tempo in caduta libera. La previsione di incasso sarà finalizzata ad assicurare ulteriori interventi importanti per la città. Sorprende, invece, che non vi sia stato alcun commento alla lotta all’evasione che ha permesso di individuare alcune strutture che non avevano versato all’ente quanto dovuto”.  

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.