L'assegno in denaro sarà utilizzato per l’acquisto di attrezzature didattiche

Al “Palizzi” di Vasto la cerimonia di consegna del primo premio per il presepe artistico

ae57d6f8-452f-4738-8721-0869e0686072-300x169
Primo premio per il presepe artistico realizzato dalle classi III A e B dell’indirizzo Grafica e comunicazione dell’Itset “Palizzi”. Coordinati dai docenti Giovanna Marchesani e Giuseppe Bottari, gli studenti hanno partecipato alla mostra-concorso “Il gran Presepio della Città del Vasto” aperto a tutte le classi delle scuole cittadine di ogni ordine e grado.
La mostra dei 100 manufatti è stata allestita poi nella Sala Michelangelo di Palazzo D’Avalos da fine novembre ed i visitatori hanno avuto la possibilità di votare il progetto più originale.
La cerimonia di consegna dell’assegno in denaro da utilizzare per l’acquisto di attrezzature didattiche, si è tenuta nella Biblioteca dell’istituto di Via dei Conti Ricci alla presenza della preside Nicoletta Del Re, dell’assessore alla Pubblica istruzione Anna Bosco e del presidente della sezione locale dell’Associazione Italiana Amici del presepio, Angelo Molfetta.
Nei giorni di internet, della comunicazione veloce, del consumismo talvolta dilagante legato al Natale, i ragazzi hanno scelto di riscoprire la tradizione. Hanno proposto un presepe vecchio stile per richiamare il senso più profondo della Natività. Hanno usato legno, gesso, colori acrilici e materiali poveri come muschio e paglia. Un messaggio moderno come quello della rinascita veicolato dalla semplicità della tradizione” spiega il dirigente scolastico.
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *