San Salvo. I banditi sono arrivati dalla Puglia ma potrebbero avere una base operativa tra Montenero e Petacciato

Rapina a Sarni Oro, indagini in Molise

IMG-20190209-WA0002

E’ arrivata dalla Puglia ma probabilmente ha una base fra Montenero di Bisaccia e Petacciato la banda armata che giovedi sera ha rapinato la gioielleria Sarni oro nel centro commerciale Insieme a Piana Sant’Angelo. L’accento marcatamente pugliese di uno dei malviventi ha tradito la loro origine. La base nel vicino Molise è una ipotesi supportata dal fatto che la vettura del commando , intercettata dalla polizia , ha fatto perdere le proprie tracce imboccando una traversa che porta a Montenero. All’interno del centro commerciale Insieme la tensione è ancora alta.

“Erano pronti a tutto ed hanno sparato”, racconta terrorizzato un cliente. I carabinieri stanno controllando anche le telecamere accese sulla Statale per scoprire particolari sull’Audi usata dalla gang, identica a quella fermata poco dopo erroneamente dalla polizia.

INDAGINI. Potrebbero aver agito sotto l’effetto degli stupefacenti i 4 rapinatori che giovedi sera sono entrati urlando nel centro commerciale Insieme e correndo hanno raggiunto la gioielleria Sarni. La vista delle pistole e delle spranghe ha terrorizzato i negozianti e le persone che in quel momento erano nel centro commerciale. “Erano pronti a tutto, ho sentito sparare”, dice un testimone. Incuranti della presenza di diversi bambini hanno terrorizzato la clientela. “Meno male che in quel momento non c’era il vigilante altrimenti avrebbe rischiato la vita”, aggiunge un anziano. Usciti da una porta laterale i 4 sono saliti a bordo di un’Audi A4 di colore grigio con un quinto complice al volante e si sono diretti verso la rotonda.

LA FUGA E L’INSEGUIMENTO. Pochi minuti dopo una volante del commissariato a bordo di una Punto ha intercettato l’Audi. E’ cominciato un inseguimento durato 20 minuti in direzione sud. L’Audi andava a 180 chilometri l’ora. Quando ha imboccato una traversa per Montenero, la Punto della Polizia l’ha persa. La polizia si è fermata aspettando che l’Audi tornasse indietro. Messaggi radio concitati raccontano la scena. Dopo poco è spuntata un Audi A4 grigia, ma non era quella della gang. La polizia ha intimato l’alt, gli occupanti hanno cercato di fuggire e la polizia ha sparato alle gomme per fermarli. I due giovani che erano sull’Audi, stando alle dichiarazioni del loro legale, si sarebbero spaventati moltissimo, tanto da dover andare al pronto soccorso del San Timoteo. Saranno le indagini dei carabinieri di Termoli a chiarire cosa è realmente accaduto. Il dirigente del commissariato di Vasto, Fabio Capaldo tace. I due ragazzi fermati dagli agenti sarebbero sconvolti . Non stanno bene però neppure gli agenti. Qualcuno spezza una lancia in loro favore. “Ho visto come rincorrevano l’Audi con i veri rapinatori a bordo”, dice un automobilista. “Peccato che i veri delinquenti siano scappati”.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *