Vasto. Tangenti al cimitero

“Lategano può tornare in città”, annullato il divieto di dimora

cimitero

Luisito Lategano può restare a Vasto. A stabilirlo sono stati i giudici della Corte di Cassazione a cui ha presentato appello il difensore di Lategano , l’avvocato Antonello Cerella.”La Cassazione“, conferma l’avvocato Cerella “ha annullato l’ultimo divieto di dimora ritenendo non ci fossero i presupposti per adottare il provvedimento”.

Continua dunque il braccio di ferro fra accusa e difesa. L’ex dipendente comunale è indagato nell’operazione Eterno riposo. Il divieto di dimora era stato emesso a novembre ma sospeso in attesa delle decisioni della Cassazione.

Lategano, insieme ad Antonio Recinelli (la cui posizione sarà discussa dalla Cassazione la prossima settimana) è accusato di attività illecite all’interno del cimitero di Vasto. I due sono finiti al centro di un braccio di ferro fra accusa e difesa perchè una volta ottenuta la libertà quattro mesi fa, incautamente tornarono al cimitero. Per i difensori fu una visita amichevole agli ex colleghi e quindi non c’erano i motivi per un aggravamento della pena. Solo qualche settimana fa la Procura ha notificato agli indagati la proroga delle indagini. I riscontri e le verifiche che hanno fatto seguito agli interrogatori degli indagati sono infatti ancora in corso.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *