Banner Top
Banner Top

Binario per il porto, a Primavera incontro tra enti

5 - Il saluto del vice-sindaco Forte

La realizzazione dell’ultimo miglio ferroviario è vicina al traguardo. Nel corso di un nuovo incontro a Bari con i responsabili di Rete Ferroviaria Italiana, il vice sindaco Giuseppe Forte ha avuto la conferma che il progetto Stazione Porto di Vasto – Banchina Porto di Punta Penna è stato inserito nel programma quadriennale degli interventi da realizzare anche lungo la dorsale Adriatica.

” A primavera”, conferma Giuseppe Forte ” si terrà una conferenza di servizi”. La realizzazione della rete ferroviaria a Punta Penna comporta un investimento di ben 15 milioni di euro per la realizzazione di un binario che dalla stazione ferroviaria Porto di Vasto raggiungerà la banchina di levante del bacino portuale vastese. Per le aziende locali o che gravitano attorno al porto significa dimezzare i costi di trasporto.

” Quanto sia importante l’’opera “ dice – il vice sindaco che ha anche la delega ai Lavori Pubblici del Comune di Vasto, ” è facile comprenderlo. Pilkington, Denso ma anche la Sevel di Val di Sangro che già oggi carica dalle banchine del Porto di Punta Penna i furgoni prodotti e destinati ai mercati del Nord Europa e dell’Asia. A Bari l’ingegnere Roberto Laghezza, responsabile della Direzione Commerciale, Sviluppo e Commercializzazione Territoriale Centro Sud Adriatica di RFI, mi ha assicurato la concretizzazione del progetto. Dalla fase progettuale a primavera si passerà alla conferenza dei servizi alla quale saranno chiamati a partecipare tutti gli enti coinvolti”.

La realizzazione dell’ultimo miglio ferroviario, è invocata da anni anche dai sindacati. Poter arrivare con i container sulla banchina permetterà di alleggerire anche il traffico dei mezzi pesanti sulla Statale 16 evitando danni all’arteria e una decisa riduzione delle emissioni dei gas di scarico.

“Le operazioni “, aggiunge Giuseppe Forte ” di carotaggio dei terreni interessati dall’attraversamento della linea ferroviaria sono già state eseguite”.

Questa volta insomma il progetto sta passando davvero alla fase esecutiva. Non è ancora stato confermato se il percorso prevede anche la realizzazione anche di un tratto in galleria. La cantierizzazione dell’opera procederà speditamente in modo da realizzare la strada ferrata in tempi brevi, consentendo così lo scarico e il carico delle merci direttamente sulle banchine del porto. Si tratta di un’opera importante per l’economia dell’intero territorio. L’accordo venne firmato nel 2016 dalla Regione con l’allora amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile.

Paola Calvano (il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.