Il risveglio per tre automobilisti della riviera sansalvese durante il week end non è stato dei migliori. Il danno alle auto non indifferente

San Salvo Marina, rubano anche le batterie delle auto

Dopo navigatori satellitari, pneumatici e marmitte, ora vanno a ruba le le batterie delle auto. Ne sanno qualcosa i residenti di San Salvo marina. Il risveglio per tre automobilisti della riviera sansalvese durante il week end non è stato dei migliori. Il danno alle auto non indifferente.

Il motivo dei furti è presto spiegato. Dalle batterie rubate viene recuperato il piombo. Il piombo ha trovato un peso commerciale nel riciclaggio (vale 70 centesimi al chilo, ma chi lo acquista sul mercato nero lo paga al massimo la metà). Nelle batteria si trovano circa 5 chili di piombo, circa il 60% del peso totale, e il suo valore di mercato è di 1995,50 euro a tonnellata. Il problema sta diventando preoccupante, ma è anche di difficile soluzione. I ladri agiscono durante la notte e nelle zone meno trafficate. In pochi minuti smontano una batteria e scappano . Impossibile sorprenderli in flagranza. Una grande mano potrebbe darla la videosorveglianza anche se è probabile che i ladri riescano a camuffare il proprio aspetto. Ieri mattina dalla riviera si è alzato un coro di proteste.

” Ma è possibile che ogni notte qualche cittadino ritrovi la vettura danneggiata? “ Il povero automobilista esce di casa, per andare al lavoro e non si accorge di niente fino a quando prova ad aprire la vettura. Non ci riesce. Pensa che si siano scaricate le pile del telecomando, si siede, gira la chiave. Il quadro, però, non dà nessun segno di vita. Chi è più pratico alza il cofano, e scopre il vano batterie vuoto. Episodi del genere sono stati segnalati a macchia di leopardo in tutta Italia.

Nella vicina Puglia pare si stia registrando un picco preoccupante. Ora il problema dilaga anche nel Vastese. Come detto di solito i furti avvengono a notte fonda e in special modo in quelle zone dove, negli ultimi tempi, i lampioni non funzionano o non ci sono. Difficile trovare una soluzione. A detta delle forze dell’ordine nel crescente interesse delle associazioni a delinquere ramificate in tutto il Paese ,ci sono vere e proprie organizzazioni proprio come accade per i furti di rame. Le batterie delle auto sono una delle maggiori fonti di approvvigionamento , così come i pezzi di ricambio. Un aiuto possono darlo gli impianti d’allarme.

Paola Calvano (il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.