Dopo la lunga sosta natalizia oggi è in programma la prima giornata di ritorno del campionato di serie D. Una delle partite più attese (calcio d'inizio alle 14,30) è quella in programma allo stadio Aragona dove ospite della Vastese sarà la vice capolista Matelica

All’Aragona è di scena la vice capolista Matelica

Stadio-Aragona-600x200

Dopo la lunga sosta natalizia oggi è in programma la prima giornata di ritorno del campionato di serie D. Una delle partite più attese (calcio d’inizio alle 14,30) è quella in programma allo stadio Aragona dove ospite della Vastese sarà la vice capolista Matelica.

Questo il quadro completo delle gare di oggi: Jesina – Recanatese, Montegiorgio – Sammaurese, Pineto- Francavilla, Cesena – Avezzano, Giulianova – Agnonese, Notaresco – Castelfidardo, Savignanese – Santarcangelo, Vastese – Matelica. Due, causa neve, le gare rinviate al prossimo 30 gennaio, Campobasso – Sangiustese e Isernia – Forlì.

Che partita sarà quella dell’Aragona? E’ francamente difficile prevederlo. Dalla gara di andata (i marchigiani si imposero senza problemi, 4 a 2 il risultato finale) sono cambiate tante cose.
“Come sempre accade sarà un altro campionato rispetto al girone di andata – ha dichiarato  Fabio Montani nella conferenza stampa della vigilia – tutte le squadre per raggiungere determinati obiettivi si sono rinforzate. Da qui alla fine i tre punti peseranno tantissimo. Il Matelica? Ormai non è più una sorpresa perché da anni prova a vincere questo campionato e ad approdare nei professionisti. Ha un allenatore preparato e dei giocatori molto forti, sarà una partita combattuta dall’inizio alla fine. E poi, se in classifica il Matelica ha il doppio dei nostri punti, qualcosa vorrà pur dire”.
Nessun accenno su quello che sarà l’undici titolare. L’unica cosa certa è che mancherà Giampaolo. Il suo rientro in squadra è previsto per fine mese.
LA FORMAZIONE: (4-3-3) Selva; De Meio, Sbardella, Del Duca, Di Giacomo; Palumbo, Capellupo, Stivaletta; Fiore. Shiba, Leonetti. All: Montani

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *