Il consigliere regionale di Forza Italia ci scrive

Bando per infermieri, Febbo: “Concorso troppo tempestivo ed in linea con i tempi delle elezioni”

foto-infermieristica

“L’attivismo di Flacco e dei vertici dell’Asl Lanciano-Vasto-Chieti nel pubblicare diversi bandi di concorso a fine mandato è avvilente e oltremodo offensivo. Infatti, somiglia a un vero e proprio ‘aiutino’ a favore di qualche candidato oltre che a uno specifico partito in vista della imminente competizione regionale”. Questo è il commento del consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo che sottolinea come “l’ultimo bando pubblicato della Asl della provincia di Chieti, attraverso delibera numero 1524 del 21 dicembre, per l’assunzione a tempo indeterminato di 30 infermieri (categoria D, livello economico D) e di 8 tecnici sanitari di Radiologia medica (anche in questo caso categoria e livello economico D), è la certificazione di quanto, questo governo regionale, unitamente ai suoi vertici,  non abbiano saputo gestire, amministrare e programmare la sanità in Abruzzo, tornata ad essere in default ed in pieno caos. Sono anni che non vengono banditi concorsi per il personale infermieristico e ‘non solo’ ma  guarda caso, a un mese dalle elezioni regionali, escono dal cilindro avvisi di reclutamento di nuove figure da assumere presso la nostra ASL”.

Inoltre – sottolinea Febbo – cosa ancora più grave, è del tutto evidente come questi bandi verranno espletati dal prossimo Governo regionale (la scadenza della presentazione delle domande è fissata a 30 giorni dalla pubblicazione in G.U. quindi sicuramente dopo il 10 febbraio 2019) e di conseguenza è intuibile che verranno utilizzati solo per una becera propaganda elettorale  basata su promesse ‘clientelari’. Il Dirigente Flacco, durante il suo mandato, avrebbe fatto meglio  a intraprendere  una programmazione seria attraverso un piano di assunzioni di nuovo personale per far fronte alla grave carenza, registrata in tutti i nosocomi della provincia, di figure importanti come anestesisti, ostetriche e personale adeguato per abbattere i tempi delle liste di attesa ancora troppo lunghi”.

Dal canto mio – conclude Febbo – registro, ancora una volta, solo tanta preoccupazione nel vedere come una Azienda sanitaria sia completamente appiattita ai voleri della politica pur di rimanere a galleggiare peraltro pochi mesi senza risolvere i veri problemi della sanità”. 

Febbo_Mauro_1

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *