Furci

Lettera anonima al sindaco: scatta la denuncia

E’ finita sulla scrivania dei carabinieri la lettera anonima piena di insulti scritta da un anonimo cittadino e indirizzata al sindaco di Furci, Angelo Marchione. La lettera comparsa in paese una settimana fa è stata distribuita a molte famiglie. Il sindaco ha deciso di denunciare l’anonimo per tutelare le persone che vengono insultate.

“Accetto la critica”, dice il primo cittadino. “La critica però deve essere costruttiva e non diffamatoria. Insultare non fa certo onore a chi ha scritto la lettera. Ho deciso di denunciare l’anonimo non tanto per gli insulti che ha rivolto a me ma per le affermazioni contro i cittadini”.

L’autore della lettera fa un lungo elenco di problemi irrisolti e che a suo dire l’attuale amministrazione non avrebbe affrontato e termina inneggiando al Beato Angelo da Furci. “Un comportamento blasfemo”, dice il sindaco.

Il primo cittadino non nasconde di essere molto dispiaciuto per l’accaduto. “Questa è una comunità tranquilla che non merita di essere insultata. Se qualcuno fosse in grado di fornire indicazioni utili all’identificazione dell’autore della lettera è pregato di riferirlo alle forze dell’ordine“, è l’appello di Marchione.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.