La richiesta dell'associazione Oasi al sindaco Francesco Menna

“Chiediamo di entrare nel Comitato di Gestione della Riserva Naturale di Punta Aderci”

Punta aderci

L’Associazione “Occupazione, Ambiente, Sviluppo Industriale” (OASI) nei giorni scorsi ha formalizzato, al Sindaco di Vasto e all’assessore all’ambiente , la richiesta affinché un suo delegato venga nominato in seno al Comitato di Gestione della Riserva Naturale di Punta Aderci.

L’istanza trova la sua motivazione nella volontà da parte dell’Associazione, che raccoglie prevalentemente l’adesione degli operatori economici di Punta Penna, di contribuire alla risoluzione delle problematiche di natura economica e ambientale, come testimoniato dallo stesso statuto e atto costitutivo.

Nella stessa comunicazione l’Associazione ha chiesto di partecipare al tavolo comunale dell’ambiente e si auspica, nel prossimo futuro, il pieno coinvolgimento nei processi decisionali e amministrativi, con la possibilità, quindi, di offrire un fattivo e concreto contributo di idee , proposte e di sviluppo ecosostenibile.

I componenti dell’Associazione sono già al lavoro per redigere un piano di attività che porterà, a breve, anche a incontri pubblici, ponendo al centro del dibattito la ripresa socio economica e occupazionale dell’intero territorio.

Ass.ne Occupazione Ambiente, Sviluppo Industriale

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

1 Commento

  1. Stefano Taglioli

    Mi chiedo da sempre il perché ognuno non si occupi di quello che sa professionalmente fare e basta e senza invadere altri campi. Se poi c’è bisogno di incontrarsi a un tavolo ci sono i mediatori (gli amministratori) e gli strumenti idonei (piani regolatori, piani di gestione ecc), oltre alle associazioni di categoria. La proposta che leggo significa gnificaggiungere confusione alla confusione. Come quando, tempi fa, si ricompose confusamente, appunto, il cdg della Riserva. Altra cosa è il dialogo e il confronto su argomenti validi come in un intervento precedente ho cercato, mi pare purtroppo invano, di spiegare

    Reply

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *