Banner Top
Banner Top
Banner Top

Regionali, c’è fermento nel Vastese, ecco i nomi

Il Movimento 5 stelle i suoi candidati li ha scelti da un pezzo attraverso le “Regionarie”. La scelta degli iscritti è ricaduta per Vasto sul consigliere uscente Pietro Smargiassi, che inizialmente era stato escluso dalla consultazione on line. Negli altri partiti, invece, i giochi non sono ancora fatti. Sono al lavoro le segreterie e i circoli cittadini in vista delle elezioni regionali che si terranno il 10 febbraio 2019, in anticipo di qualche mese rispetto alla scadenza naturale. Le prime voci che girano sulle candidature del Vastese raccontano di sindaci, assessori e consiglieri comunali, pronti a scendere in campo. Le indiscrezioni che provengono dagli ambienti politici parlano della candidatura, per il partito democratico, dell’assessore comunale di Vasto Lina Marchesani, anche se l’interessata non conferma, né smentisce.

“Non ho avuto richieste”, si limita a dire la delegata alle politiche sociali della giunta Menna, all’interno della quale potrebbe maturare anche la candidatura di Paola Cianci, assessore alle politiche ambientali in quota Leu, il partito dell’ex presidente del Senato, Pietro Grasso.

Nel centrodestra la parte del leone la fanno i sindaci. Per la Lega, in pole position c’è il primo cittadino di Cupello Manuele Marcovecchio che nei mesi scorsi ha aderito al partito di Salvini. Una candidatura  probabile visto che nel piccolo centro collinare del Vastese si torna al voto in primavera. Così come sembra spendibile la candidatura di Sabrina Bocchino, ex consigliere comunale di Vasto che al Carroccio ha aderito lo scorso mese di marzo. Non sembra avere invece molte chanche Francesco Prospero, esponente di minoranza nell’aula consiliare “Vennitti”.

“Ho dato la mia disponibilità”, si limita a dire il giovane consigliere. Il circolo locale di Forza Italia punta su una “candidatura del territorio”.  Tra i papabili ci sono il sindaco di Villalfonsina, Mimmo Budano e il coordinatore cittadino Massimiliano Zocaro.

“E’ in corso una riflessione approfondita”, dice Zocaro, “l’obiettivo è che il centrodestra vada unito e con un programma comune per eliminare i localismi. Vasto ed il Vastese hanno bisogno di un candidato che rappresenti il territorio e che, una volta eletto, diventi il consigliere dell’Abruzzo meridionale”.

Non si sbilancia il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia-An. “Stiamo ancora ragionando sulla presidenza”, dice Etel Sigismondi, “in ogni caso i nomi spendibili sono quelli della attuale classe dirigente vastese”. Forse l’attuale capogruppo consiliare Vincenzo Suriani? Si vedrà. Disponibile a candidarsi è anche il sindaco di Monteodorisio Saverio Di Giacomo che potrebbe trovare ospitalità in una lista civica di centrodestra. Forse la stessa collocazione del consigliere regionale uscente Mario Olivieri.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.