L’intesa è stata siglata tra il presidente della Provincia, Mario Pupillo e i sindaci di Lentella e Schiavi D’Abruzzo, Carlo Moro e Luciano Piluso

Una nuova viabilità per il Medio ed Alto Vastese

strade

Saranno i comuni di Lentella e di Schiavi D’Abruzzo, tramite la Centrale Unica di Committenza del Patto Trigno Sinello,  a indire gli appalti per la sistemazione delle strade del Medio ed Alto Vastese per un totale di 13 milioni di euro. E’ stata firmata ieri a Lanciano la convenzione per le sub-concessioni, uno strumento  che consente la messa in sicurezza della martoriata viabilità del comprensorio, caratterizzata da arterie molto più simili a mulattiere.

L’intesa è stata siglata tra il presidente della Provincia, Mario Pupillo e i sindaci di Lentella e Schiavi D’Abruzzo, Carlo Moro e Luciano Piluso. La sub-concessione è uno strumento che permetterà la più rapida attuazione degli interventi sulla viabilità provinciale gravemente compromessa. Erano stati proprio i sindaci del comprensorio a premere per questa soluzione che, a loro dire, garantirebbe lavori più celeri.

Gli interventi previsti sono la manutenzione straordinaria sulle strade provinciali relative al Distretto 5 –Area Vastese dell’importo di 4.550.000 euro e di interventi di manutenzione straordinaria e di messa in sicurezza della Fondovalle Trestre dell’importo di euro 4 milioni di euro, la manutenzione straordinaria delle strade del  Distretto 6 –Area Vastese dell’importo di 4.450.000 euro. Le prime due sub-concessioni sono state firmate con il comune di Lentella, la terza con Schiavi D’Abruzzo. Esprime soddisfazione il sindaco di Lentella.

“Saremo noi comuni ad indire gli appalti”, spiega Carlo Moro, “fermo restando la disponibilità dei finanziamenti che rientrano nel taglio operato ai fondi del Masterplan con il decreto del ministro Toninelli. Abbiamo preferito, comunque, andare avanti con la procedura per accelerare. L’obiettivo è quello di aprire tutti i cantieri tra febbraio e marzo”.  

Alla firma della convenzione per le sub-concessioni si è arrivati dopo mesi di attesa e dopo le proteste dei sindaci del comprensorio vastese, i quali avevano minacciato manifestazioni di protesta.

Anna Bontempo  (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *