Il neo dirigente comunale si presenta: non sarò una meteora. Conosco la città, ci passo le vacanze

Vincenzo Toma: “Sono venuto a Vasto per restarci”

comune-di-vasto-780x220 (1)

La mia è stata una scelta ponderata: sono venuto a Vasto e ho intenzione di restarci”. Vincenzo Toma, neo dirigente a tempo pieno ed indeterminato del I settore (Servizi interni), parla della sua decisione di trasferirsi a Vasto dove ha preso servizio lunedì dopo aver vinto l’avviso di mobilità indetto dal Comune nei mesi scorsi per la sostituzione di Vincenzo Marcello, andato in pensione il 1° marzo.

Il funzionario, che vanta un curriculum di tutto rispetto, arriva da Roma capitale, dove è stato responsabile del settore economico-finanziario con compiti di vigilanza e controllo contabile. Un incarico che porterà avanti ancora per qualche mese. Ieri ha organizzato una riunione con i suoi nuovi collaboratori.

“Ho ancora delle cose da fare a Roma dove è rimasta vuota la casella che occupavo”, spiega Toma, “il Direttore Generale mi ha chiesto di andare due giorni a settimana per un periodo non superiore a tre mesi. Ho accettato, ma è qui che voglio stare. Non sarò una meteora, a meno che non sopraggiungano situazioni tali che mi inducano ad andarmene. Anzi sto seriamente pensando di trasferirmi qui insieme alla mia famiglia. Conosco questa città dove vengo a trascorrere le vacanze da quattro anni. Le bellezze di questa località sono rinomate: il comune di Vasto è il fiore all’occhiello del Centro Italia. L’intenzione è quella di rimanere a lungo”.

Con l’arrivo di Toma, che fa il paio con l’insediamento avvenuto il 1° giugno di Maurizio Franceschini, ex direttore dell’Agenzia delle Entrate di Vasto, arrivato tramite l’istituto del “comando”, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Menna vuole intensificare la lotta all’evasione fiscale.

Il tutto passa attraverso la riorganizzazione degli uffici finanziari dove al vecchio personale in servizio si sono aggiunte ora nuove professionalità con specifiche competenze. Tra l’altro con l’insediamento del nuovo dirigente le figure apicali presenti in Comune passano da due a tre e presto diventeranno quattro. Il sindaco è infatti in procinto di firmare il decreto di nomina per Luca Mastrangelo, funzionario dell’ufficio commercio, risultato vincitore della selezione, dapprima riservato al personale interno e poi aperto all’esterno, per dirigente del settore “promozione, programmazione economica e produttiva del territorio”.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *