Torino di Sangro: il nuovo sindaco già al lavoro

Di Fonso, prima giornata in municipio tra fiori e affetto

Nino-5

E’ arrivato in Municipio alle 8 , ed alle 14 era ancora lì nel suo ufficio di piazza Donato Iezzi, circondato dai fiori che i cittadini gli hanno inviato per manifestargli affetto e vicinanza.

E’ iniziata di buon’ora la giornata del neo sindaco Nino Di Fonso, uscito vincente dalle urne che con la sua elezione hanno decretato la conquista del Comune da parte del centrodestra dopo 25 anni di amministrazioni rigorosamente di sinistra.

Sono arrivato alle 8 e non ho smesso un attimo di lavorare”, attacca il primo cittadino, “da quando sono arrivato in Municipio ho ricevuto centinaia di persone, ma ho dovuto fare tutto da solo senza l’aiuto di nessuno. Ho trovato una situazione del personale disastrosa sul piano della organizzazione. So che l’ex sindaca ha inviato un esposto a carabinieri, prefettura e Corte D’Appello su un incontro che avrei avuto, due ore prima dell’apertura dei seggi, con un presidente. In realtà Silvana Priori mi ha fotografato mentre ero per strada ed ero fermo accanto alla mia macchina, parlando con la persona in questione. La potrei querelare per diffamazione. Questo suo modo di fare denota solo tanta arroganza. Ma non mi interessa. Quello che conta”, chiosa Di Fonso, “è che i cittadini mi hanno accordato la loro fiducia. Non ho vinto le elezioni per 15 voti, ma con un margine di distacco notevole. Si prenda le sue responsabilità: non ha amministrato bene e l’elettorato ne ha tenuto conto punendola. I torinesi hanno voluto il cambiamento, se ne faccia una ragione”.

Sta pensando alla formazione della giunta? Qual è il suo orientamento?
Stasera (ieri sera per chi legge, ndc) ho in programma una riunione con la mia squadra”, risponde, “non mi riferisco solo agli eletti, ma anche a chi non è rientrato in consiglio comunale. Ne parlerò con loro, poi vedremo”.

Non si sbilancia oltre il neo sindaco che per la formazione dell’esecutivo potrebbe ripiegare sui più votati della sua lista “Torino di Sangro nel cuore”. In questo caso la scelta ricadrebbe su Antonio Giorgio (133), Antonio Priori (115) e Filippo Priori (107). Tra le donne in pole position c’è Sabrina Paolucci (84).

Per la nuova amministrazione, che si insedia a ridosso della stagione estiva, si profilano mesi di intenso lavoro.
Faremo di tutto per mantenere gli impegni presi con i cittadini in campagna elettorale”, promette Di Fonso, “sarò il sindaco di tutti i torinesi.”

Tra le priorità della nuova amministrazione ci sono la sicurezza (“telecamere in tutto il centro abitato e nei punti nevralgici del territorio nei primi 100 giorni del mio mandato”) e la viabilità con un occhio di riguardo alla Borgata Marina.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *