Marciapiedi coperti da erbacce e rovi, a Vasto i pedoni protestano

Circonvallazione Istoniense, arriva l’sos dei pedoni

circonvallazione histoniense

Sos: i pedoni cercano spazio per poter camminare senza dover fare varchi fra vegetazione incolta. Un gruppo di cittadini ieri mattina ha realizzato un reportage fotografando le strade della città. L’immagine pubblicata da IlCentro si riferisce alla circonvallazione Istoniense dove oltre a rovi ,canne e arbusti alcuni pedoni hanno dovuto affrontare anche bisce e serpenti.

“Ormai la vegetazione è cresciuta tantissimo, troppo“, protestano i vastesi.  “Gli spazi nei marciapiedi si sono ridotti al punto che è impossibile transitare con un passeggino. Senza parlare dei disabili che hanno estrema difficoltà a muoversi. Anche per i bambini è diventata una avventura camminare sui marciapiedi della città. Insomma da più parti si chiede all’amministrazione comunale di accelerare gli interventi di manutenzione del verde pubblico.”

Benissimo proteggere la natura , ma il verde di Vasto è diventato davvero troppo selvaggio. Fra le segnalazioni anche quella di Riccardo Alinovi. Alcuni quartieri hanno deciso di avviare una petizione per sollecitare gli interventi di manutenzione ordinaria del verde pubblico.

Non mancano critiche all’assessore Gabriele Barisano. “L’assessore venga a fare una passeggiata con noi“, dicono. “Si renderà conto da solo di come è ridotta Vasto”.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *