Il Consiglio Comunale dei Ragazzi auspica il riscontro positivo da parte dell’Amministrazione comunale e chiede la collaborazione di tutta la cittadinanza nelle iniziative di solidarietà

A Vasto il primo Consiglio Comunale dei ragazzi

consiglio comunale dei ragazzi

Grandi emozioni lunedì 4 dicembre per i componenti del C.C.R.: nella sala consiliare “Giuseppe Vennitti”, si è tenuto il primo Consiglio Comunale in cui i ragazzi si sono confrontati, scambiandosi idee e avanzando proposte da presentare al Consiglio Comunale di Vasto.

L’Assessore all’istruzione Anna Bosco ha aperto il dialogo, complimentandosi con i consiglieri e le docenti coordinatrici del progetto, Prof.ssa Felice e Prof.ssa Scavo che hanno sostenuto i ragazzi e li hanno preparati  alla riunione.  La Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo “Gabriele Rossetti”, Prof.ssa Maria Pia Di Carlo, si è mostrata disponibile e ha suggerito spunti su cui operare, e il presidente del Consiglio, Peppino Forte ha coordinato l’incontro spiegando ai ragazzi anche delle accortezze tecniche per lavorare al meglio.

In base all’ordine del giorno sono stati discussi quattro punti:

  • la predisposizione di una postazione all’interno dei mercatini di Natale, dove presentare e cedere su offerta i lavori realizzati dai ragazzi per poi devolvere il ricavato ad un’iniziativa di solidarietà promossa dall’Unicef, sostenendo la campagna “Per ogni bambino sperduto”; inoltre, sarà effettuata anche una raccolta di fondi per l’ Associazione “Una Scuola di Arcobaleni” nata su iniziativa di un gruppo di insegnanti per favorire l’incontro tra diverse etnie culture;
  • l’installazione di termovalvole ai termosifoni di tutte le scuole, per un risparmio energetico ed economico e un minore impatto ambientale, per prevenire il surriscaldamento globale e l’effetto serra;
  • l’installazione di contenitori per l’olio vegetale esausto e contenitori per la raccolta dei tappi da collocare negli spazi verdi delle scuole e in vari punti della città per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente, considerato che la scuola promuove da sempre progetti per la diffusione di buone pratiche per il rispetto dell’ambiente;
  • la sostituzione e la messa in sicurezza degli infissi esterni nei vari plessi scolastici, realizzandoli, in base alla normativa europea, con vetri antisfondamento ed eliminando le finestre a battente, che sono molto pericolose quando sono aperte per il ricambio dell’aria, perché presentano spigoli vivi e potrebbero verificarsi gravi incidenti, specialmente tra i bambini più piccoli. L’installazione delle più sicure finestre a vasistas eviterebbe anche le grate, che sono presenti in molte aule con ragazzi con il sostegno, pericolosissime anche in caso di incendio; la sistemazione, la sostituzione o, addirittura, l’installazione di porte: in quasi tutte le aule non si aprono facilmente, perché è rotta la serratura, molte dovrebbero essere sostituite perché sono vecchie e il controtelaio è deteriorato e, in molti ambienti, compresi i bagni, dovrebbero essere proprio installate.

La segretaria Maria Antonacci ha presentato i punti all’ordine del giorno e i consiglieri intervenuti nella discussione hanno argomentato le motivazioni della proposta esponendo i vantaggi di cui la scuola e i ragazzi potrebbero avvalersi. In seguito, il sindaco Simone Di Minni ha dato lettura della delibera e la segretaria ha chiesto ad ogni consigliere di esprimere il proprio voto.

Tutte le proposte sono state approvate e verranno valutate in sede di Consiglio ufficiale.

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi auspica il riscontro positivo da parte dell’Amministrazione comunale e chiede la collaborazione di tutta la cittadinanza nelle iniziative di solidarietà.

Il primo Consiglio Comunale del C.C.R. ha generato in tutti i presenti un’enorme soddisfazione perché ha concretizzato il lavoro di ascolto, di ricerca e di valutazione che è stato portato avanti fin dal momento della campagna elettorale, con la presentazione dei programmi.

Tutti hanno avuto un atteggiamento serio, composto, deciso e con la massima serietà e responsabilità sono state affrontate, discusse e approvate soluzioni di grande interesse, per quanto riguarda la sicurezza nelle scuole e la salvaguardia dell’ambiente, senza dimenticare però la disponibilità e la solidarietà a sostegno dei più bisognosi.

Il sindaco dei ragazzi e delle ragazze

Simone Di Minni

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *