La Regione rivuole i soldi delle indennità: da domenica garantite solo le urgenze. Ciancaglini: "Strade disastrate e sedi accorpate

Tagli, medici del Vastese pronti a scioperare

Ospedale_Vasto_6

I medici di continuità del Vastese salgono sulle barricate. La Regione ha deciso di tagliare le indennità di rischio a 280 medici delle Guardie mediche.In realtà la disposizione firmata dall’assessore Silvio Paolucci, il 18 luglio scorso  prende atto di quanto stabilito dalla Corte dei conti e dispone che,  dal 1 agosto i medici non devono più percepire i 4 euro in più per ogni ora di lavoro. Per il governatore Luciano D’Alfonso è un atto dovuto in linea con quanto stabilito dalla magistratura contabile. Per il sindacato dei medici del Vastese è un atto assurdo ai danni di una categoria di professionisti che lavorano già in condizioni assurde. La cifra di 4 euro va ad aggiungersi ai 22 euro l’ora stabiliti dal contratto nazionale. Ma non è tutto.

La Regione ha deciso che vanno recuperate le somme pregresso fin qui elargite in quanto percepite illegittimente”, spiega il dottore Alberto Ciancaglini uno dei medici di Vasto coinvolti dal provvedimento. Tradotto in cifre ogni medico dovrebbe restituire 60mila euro. Lo  Smi, sindacato di categoria  ha annunciato che da domenica i medici di Vasto entreranno in sciopero. In sostanza d’ora in poi, saranno garantite solo le prestazioni d’urgenza , le altre saranno dirottate al 118. Facile immaginare i disagi per l’utenza. Il 118 è già oberato di chiamate. Occuparsi anche dei pazienti della guardia medica sarà duro. E i medici avvertono che è solo la prima di una serie di iniziative  e vertenze che  intendono attuare per difendere quello che ritengono un diritto acquisito. A disporre l’indennità di rischio nel 2006 era stata la giunta guidata da Del Turco.

L’assessore Silvio Paolucci pare stia cercando un modo per evitare disagi ai medici senza contrastare le decisioni della Corte dei conti. Il presidente della Commissione vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo,si schiera con i medici. Tanta l’indignazione di questi ultimi.

Ha idea il governatore D’Alfonso cosa significa per un medico di continuità accorrere anche di notte ad ogni chiamata? Ha idea dei rischi che un medico corre soprattutto di notte? “, dicono i medici del Vastese. Secondo indiscrezioni molti medici sarebbero intenzionati a lasciare le postazioni più disagiate e periferiche, e questo sarebbe un guaio grosso. Fino al 1 agosto ogni medico ha percepito una somma derivante dall’indennità di rischio di circa 500 euro lordi al mese.” Buona parte della somma è impiegata per le trasferte”, spiegano i medici. Febbo ha fatto sapere ai medici che porterà il caso in Commissione vigilanza per verificare la legittima della DGR , ma a loro non basta e annunciano lo stato d’agitazione tornando a segnalare anche le condizioni difficili di lavoro.

Paola Calvano (il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *