Banner Top
Banner Top
Banner Top

Alessio Lega “I Malfattori” in concerto

“Il ritorno dei Malfattori” è un progetto nato sul palco dall’incontro di Alessio Lega (cantautore Targa Tenco con sei dischi alle spalle), dei Fratelli Zamagna (musicisti attivi da anni nell’area romagnola) e di Giusi Delvecchio (cantante folk con trascorsi lirici), con l’apporto sonoro dell’organo e della fisarmonica di Guido Baldoni. Quest’incontro ha dato origine a un disco dal vivo “AlbumConcerto” che conta ben 9 brani inediti di Alessio Lega, fra i quali “Maria Tabacchina”, inserito nell’ultimo film di Ascanio Celestini “Viva la sposa”. E poi canzoni del Cabaret tedesco, cavalcate Punk-Rock, Blues rurali di casa nostra (Matteo Salvatore), perle dimenticate della canzone d’autore (Sergio Endrigo) per una scaletta varia e sorprendente.

Un concerto divertente e riflessivo, emozionante e dissacratorio, uscito il 26 febbraio 2016 per Ribéss Records con il titolo “AlbumConcerto”. Molte delle canzoni del disco sono legate alla Storia della Resistenza dando origine a un’inedita proposta per questo 25 aprile. I canti della resistenza tengono in piedi, senza retorica, la memoria di uomini che furono straordinari nel mantenere la propria umanità in un tempo folle, di donne che per la prima volta si affacciarono consapevolmente alla Storia come individui, cittadini. Tutto gli era stato tolto dal fascismo e dalla guerra: la terra, i figli, il futuro. Gli era rimasta la voce, con quella ricominciarono a ricordare da Matteotti alla Guerra di Spagna, dalle cooperative agli scioperi. Il canto fu la loro letteratura, la loro epica, la loro poesia, il loro riso.

Per questo Alessio Lega e i Malfattori, selezionando fra le più belle canzoni popolari e d’autore (Bella Ciao, La Ballata dell’Ex di Endrigo), e le numerose canzoni originali scritte per una vicenda non solo italiana ma europea (La Rosa Bianca, I Pirati della Stella Alpina, il Porrajmos), intersecata con brani di narrazioni e di poesia, entrano nel vivo delle singole storie di partigiani, di ribelli, di deportati. Uno spettacolo di memoria viva e di canzoni tristi o allegre come la vita.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.