Ludopatie, l'associazione "Torna il Sorriso": verifiche sul rispetto della distanza dai luoghi sensibili
giocod27azzaropatologico-640x320

Le sale da gioco devono essere distanti almeno 300 metri dai luoghi “sensibili”, cioè scuole, chiese, strutture sanitarie, centri di aggregazione e cimiteri. Lo prevede la legge regionale n.40 del 2013 recante disposizioni per la prevenzione e la diffusione dei fenomeni di dipendenza da gioco, una patologia che, benché resti spesso sommersa, sta diventando una vera piaga sociale sia per i risvolti socio-sanitari, sia per quelli economici le…